Archivio tag: Olimpiadi

Roma 2020, grazie a Renzi per onestà e intelligenza

Pubblicato il 18 novembre 2012 da duepuntozero.alemanno.

Ringrazio Matteo Renzi dell’atto di onestà e di intelligenza che ha compiuto difendendo la scelta di Roma per la candidatura alle Olimpiadi del 2020. È stato un errore rinunciare a quella candidatura che, come dimostrano i risultati delle Olimpiadi di Londra, avrebbe aiutato l’Italia ad imboccare più rapidamente la via dello sviluppo.

> LEGGI

“Riprendiamoci la notte”

Pubblicato il 10 ottobre 2011 da Gianni Alemanno.

Ringrazio l’assessore De Palo per aver dato ieri sera una suggestione diversa alla movida romana. “La Notte dei Giovani e dello Sport”, nell’ambito del progetto “Riprendiamoci la notte”, si è svolta tra piazza Farnese e piazza Campo dè Fiori e ha dimostrato come un’altra movida sia possibile. Alla base degli eccessi della movida c’è la noia, ma se mettiamo nelle piazze divertimenti diversi le notti romane hanno un senso diverso. Per combattere gli atteggiamenti sbagliati non bastano solo le multe, ma serve un’alternativa. Bisogna usare molto lo sport anche per avvicinare la città alle olimpiadi, ma allo stesso tempo dare un senso allo stare insieme.

Click QUI per le foto

Foto F.Di Majo

OLIMPIADI: SOLTANTO UNITI POSSIAMO VINCERE

Pubblicato il 03 ottobre 2009 da Gianni Alemanno.

Apprezzo le dichiarazioni di Veltroni e Ciocchetti, così come la presa di impegno espressa ieri dai presidenti Marrazzo e Zingaretti. Questo è il momento di essere compatti e presentare una Città e Paese unito, mettendo da parte le inutili e pretestuose polemiche di questi mesi.  Solo con questa unità di intenti sarà possibile innanzitutto garantire che Roma sia la candidata italiana per il 2020 e poi vincere la sfida con le altre candidature internazionali. Pur nel massimo rispetto delle altre candidature avanzate, dobbiamo essere consapevoli che l’Italia può vincere solo attraverso Roma e questa può essere l’occasione per aprire un nuovo grande ciclo di sviluppo per la nostra Nazione.
Come le Olimpiadi di Roma 1960 segnarono la fine del dopoguerra, così i Giochi del 2020 potrebbero rappresentare la risposta definitiva alla retorica del declino e affermare il protagonismo dell’Italia nella nuova società globale.