Archivio tag: Atreju 2009

Atreju 2009: 2° video

Pubblicato il 14 settembre 2009 da staff.

Il secondo intervento del sindaco Alemanno durante la conferenza “Scelta per amore. I nuovi italiani. La patria come scelta e l’integrazione possibile” ad Atreju 2009.

Atreju 2009: il video

Pubblicato il 13 settembre 2009 da staff.

E’ online la prima parte dell’intervento del Sindaco ad Atreju 2009 durante il confronto con il sindaco di Padova Flavio Zanonato sul tema “Scelta per amore. I nuovi italiani. La patria come scelta e l’integrazione possibile”.
Per Alemanno “è importante che l’integrazione avvenga con il massimo rispetto dei diritti per garantire a ciascun immigrato la facoltà di scegliere fra la cittadinanza e le proprie radici, mettendolo in grado di poter rientrare nella sua terra”.
Sul sito dell’evento i ragazzi di Atreju sottolineano alcune frasi di Alemanno:
“Sono convinto che il senso religioso aiuta gli uomini ad andare sulla via giusta e dobbiamo incentivare i luoghi di culto per tutti. Ma è evidente che poi ci devono essere i controlli. Sono stato orgoglioso di aver fatto visita alla grande moschea di Roma per la fine del Ramadan perché è guidata da esponenti moderati dell’Islam ed è un antidoto al fondamentalismo. Stiamo per varare una delibera comunale che rilancia la rappresentanza degli immigrati in Campidoglio. Abbiamo deciso che il delegato per l’immigrazione sarà a rotazione uno dei consiglieri aggiunti. Questo sarà un nuovo modo per rilanciare il loro ruolo e quello della Consulta”.
Per Flavio Zanonato “la via giusta” da percorrere è “approcciarsi al fenomeno dell’immigrazione andando oltre sia la retorica ‘buonista’ che quella ‘cattivista’ e partire dall’assunto che al riconoscimento di diritti corrispondono dei doveri. E’ opportuno comunque che il fenomeno debba essere sempre più affrontato a livello europeo, incentivando le misure di inserimento nel mondo del lavoro. Sono certo che i primi che a condividere questo approccio siano proprio gli immigrati regolari”.

Qui la parte finale del primo intervento di Gianni Alemanno.