Archivio Violenza

Inaugurato “Il giardino dei ciliegi”, centro di accoglienza per le donne in dimissione dai centri antiviolenza

Pubblicato il 25 novembre 2012 da Gianni Alemanno.

L’inaugurazione odierna de “Il giardino dei ciliegi”, una casa per la semi autonomia, dedicata alle donne sole o con figli minori in dimissione dai Centri Antiviolenza, è molto importante perchè dà sostanza concreta alla giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

> LEGGI

Scuola, violenza stupida che non può essere giustificata

Pubblicato il 22 ottobre 2012 da duepuntozero.alemanno.

Quanto accaduto oggi in due scuole romane è davvero grave. Si tratta di atti di violenza stupida che non possono essere giustificati per alcuna ragione. L’attivismo giovanile in politica è qualcosa di prezioso, ma nulla ha a che vedere con gesti idioti come quelli di questa mattina.

> LEGGI

Scontri 15 ottobre, la liberazione dei condannati è un segnale negativo

Pubblicato il 17 ottobre 2012 da duepuntozero.alemanno.

La liberazione anticipata, decisa dalla Corte d’Appello, dei due ragazzi condannati per i violenti scontri del 15 ottobre 2011 è un segnale negativo per la città, per le Istituzioni, per gli uomini e le donne delle forze dell’ordine ma, soprattutto, per i cittadini di Roma.

> LEGGI

VIOLENZA A TORPIGNATTARA: Roma Capitale si costituisce parte civile

Pubblicato il 22 agosto 2012 da Gianni Alemanno.

Oggi ho firmato l’atto con il quale Roma Capitale si costituisce parte offesa nel procedimento penale per lo stupro avvenuto lo scorso 20 agosto nei pressi del parco di Torpignattara, in quanto l’aggressione subita contrasta con i più elementari principi di convivenza civile e con i diritti della persona costituzionalmente garantiti, e rappresenta una aggressione all’intera cittadinanza della Capitale.

Roma, primo Comune in Italia ad avere una legittimazione da parte della Cassazione nella costituzione di parte civile nei processi per violenza sessuale commessi sul proprio territorio, conferma il suo impegno nel contrasto alla violenza.
L’eventuale risarcimento servirà a sostenere le vittime di una delle piaghe più odiose della nostra società: i soprusi sessuali nei confronti delle donne e dei minori.