Archivio Politica

COME SI COSTRUISCE IL PARTITO DELLA NAZIONE?

Pubblicato il 10 luglio 2014 da duepuntozero.alemanno.

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale ha convocato per il 25 – 26 e 27 luglio un seminario interno intitolato “Per non perdere le tracce” per definire il posizionamento e le linea politica del Partito.

Per aprire un dibattito che sia serio e profondo sul futuro della Destra italiana, ho scritto un documento che rappresenta il mio personale contributo a questo confronto.

Mi auguro che possa essere utile a chiarirci tutti le idee, sia dentro che fuori Fdi- AN, perché la crisi economica e sociale in cui vive l’Italia può trovare una vera risposta solo da un nuovo e coraggioso “Partito della Nazione”.

Anche coloro che non parteciperanno al seminario di fine luglio possono mandarmi le loro osservazioni all’indirizzo mail fondazionenuovaitalia@fondazionenuovaitalia.org.

Come si costruisce il Partito della Nazione?

Clicca qui per scaricare il documento.

MENTRE IL GOVERNO LETTA DORME LA FIAT SE NE VA

Pubblicato il 29 gennaio 2014 da duepuntozero.alemanno.

La Fiat mette la nuova Holding sotto il diritto olandese e il fisco britannico.
Mentre il Governo Letta dorme sogni d’oro la principale fabbrica italiana sta alzando rapidamente le ancore dal territorio italiano. > LEGGI

L’ABOLIZIONE DEL REATO DI CLANDESTINITÀ RENDE IMPOSSIBILI LE ESPULSIONI

Pubblicato il 21 gennaio 2014 da duepuntozero.alemanno.

Oggi l’aula del Senato ha dato il via libera all’emendamento del Governo che abroga il carattere penale del reato di immigrazione clandestina trasformandolo in un illecito amministrativo.
Al di là delle contrapposte retoriche, l’abolizione del reato di clandestinità al primo ingresso abolisce di fatto le esecuzioni delle espulsioni.
Se il primo ingresso illegale diventa un semplice illecito amministrativo può essere facilmente impugnato nei tribunali amministrativi permettendo al clandestino di dileguarsi nuovamente. Non a caso, il primo ingresso illegale non è mai stato sanzionato con il carcere, ma solo con ammenda convertibile in espulsione ed è stato l’unico strumento che ha permesso di espellere realmente i clandestini privi di ogni titolo di rifugiati.
In questo modo non è possibile neanche constatare eventuali recidive e, di fatto, vengono aperte le frontiere.
Questa è la realtà al di là di ogni retorica astratta e invitiamo gli amici del Nuovo Centro Destra a rendersi conto di questo grave errore che stanno commettendo per seguire la retorica buonista del Partito Democratico.

SU TUTTI I PALAZZI ISTITUZIONALI VENGA ESPOSTO STRISCIONE PER I NOSTRI MARO’

Pubblicato il 21 gennaio 2014 da duepuntozero.alemanno.

Tutti i palazzi istituzionali dovrebbero esporre uno striscione per chiedere la liberazione dei nostri due Marò.
Hanno ragione quanti hanno chiesto al presidente Laura Boldrini di duplicare lo striscione de “Il Tempo” ed esporlo sulla facciata della Camera dei Deputati.
E lo stesso dovrebbe fare il Senato e il Sindaco di Roma che, a differenza di quanto abbiamo fatto noi, dovrebbe rimettere l’immagine dei nostri Marò al centro di piazza del Campidoglio e non al lato di un palazzo.
Alla vigilia della missione bipartisan dei nostri parlamentari facciamo capire che a fianco dei nostri Marò ci sono tutte le Istituzioni e tutto un popolo che è stanco di aspettare il rientro di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.

Maro2