Archivio Olimpiadi 2020

Presentazione della Maratona di Roma-Acea

Pubblicato il 02 marzo 2012 da Gianni Alemanno.

Alla presentazione di stamattina ho detto che, in ricordo di questa esperienza, chiuderemo l’argomento Olimpiadi 2020 con la Maratona di Roma-Acea del 18 marzo e riparleremo di Olimpiadi solo quando ci riproveremo. Perché Roma ci riproverà: decideremo quando farlo e come farlo e ne riparleremo solo quando sarà il momento. Con la Maratona Roma rimette la faccia al mondo come grande capitale dello sport.

LE FOTO

di C. Papi

CIO: rammarico per dimissioni di Pescante

Pubblicato il 22 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Ho espresso personalmente a Mario Pescante il mio rammarico per la scelta di dimettersi da vicepresidente del CIO.
Da presidente del Comitato Promotore per Roma 2020 ha messo a disposizione della candidatura italiana la sua grande competenza e conoscenza del mondo olimpico, rendendoci credibili e autorevoli. Con lui, e con il presidente del CONI Gianni Petrucci, abbiamo lavorato con impegno per presentare una proposta seria e competitiva.
Comprendo dunque l’amarezza del presidente Pescante, ma da italiano mi auguro che possa tornare indietro rispetto ad una scelta certamente non facile. E mi auguro che il CIO, che gli ha rivolto importanti attestati di stima, respinga con forza queste dimissioni.

OLIMPIADI: rinuncia ad una candidatura vincente

Pubblicato il 14 febbraio 2012 da duepuntozero.alemanno.

Prendiamo atto della decisione del Governo di non sostenere la candidatura di Roma come sede dei XXIII Giochi olimpici e paralimpici del 2020. Il presidente Monti, incontrando i vertici del Comitato promotore, ha espresso un grande apprezzamento per il nostro progetto, ma nel contempo una forte preoccupazione per il rischio di esporre l’Italia sul versante finanziario. Io rispetto queste considerazioni ma non le condivido. Rinunciare ad una candidatura vincente, sostenuta da un progetto di ottimo livello tecnico e di grande sobrietà economica, significa non scommettere sul futuro dell’Italia. Ringrazio tutta la città che ci ha sostenuto in questa sfida, a cominciare dal Comitato promotore e dai suoi presidenti Letta e Pescante. Ringrazio il Coni, a partire dal presidente Petrucci, per il grande lavoro che abbiamo svolto insieme. Esprimo infine apprezzamento per tutte le forze politiche di maggioranza e opposizione che hanno lealmente sostenuto questa candidatura, come le forze imprenditoriali e sociali che si sono impegnate anche sul versante finanziario. Queste energie e queste risorse sono un solido fondamento per rilanciare la nostra città su nuovi progetti che diano una prospettiva di sviluppo e di speranza per le nuove generazioni.

OLIMPIADI: finanziamento privato per Città dello Sport

Pubblicato il 13 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Con la proposta avanzata dai privati per il completamento della realizzazione della Città dello Sport, l’investimento necessario per le Olimpiadi 2020 si sposta ancora di più sul versante privato. Grazie alla nuova proposta privata, gli investimenti pubblici necessari all’organizzazione delle Olimpiadi 2020 scendono da 4,7 a 4,3 miliardi di euro e dovranno essere sostenuti dal 2014 al 2020, cioè in sette anni: a conti fatti, si tratta di poco più di 600 milioni di euro l’anno di investimenti. Un Paese che pensa di non essere in grado di fare 600 milioni di investimenti l’anno sarebbe veramente un Paese senza futuro né speranze.

Io credo che siamo perfettamente in grado di affrontare questa sfida dal momento che le Olimpiadi diventano un evento in attivo: per la loro organizzazione erano previsti 4,7 miliardi di investimenti pubblici a cui faceva riscontro un ritorno fiscale di 4,6 milioni e adesso scendiamo a 4,3 miliardi, contro un riscontro fiscale di 4,6 miliardi. Siamo quindi in attivo di 300 milioni. Ecco perchè questa proposta privata è un segnale forte per il Governo e per chi accusa Roma di dilapidare risorse pubbliche, visto che l’ago della bilancia si sposta sempre più verso le risorse pubbliche.

Nella foto di C. Valletti il rettore dell’Università di Tor Vergata Renato Lauro.