Archivio Ministeri

MINISTERI: la risposta di Bossi a Napolitano è irresponsabile

Pubblicato il 28 luglio 2011 da Gianni Alemanno.

La risposta di Umberto Bossi al presidente Napolitano è un comportamento irresponsabile. E’ irresponsabile dal punto di vista istituzionale perché non si può rispondere con questa arroganza al presidente della Repubblica che, in quanto garante della Costituzione, ricorda che l’articolo 114 attribuisce con chiarezza a Roma la funzione di Capitale e che sottolinea che la legge 42 del 2009, da noi fortemente voluta e peraltro promossa da un ministro leghista come Calderoli, ha dato attuazione concreata a questa norma. E’ irresponsabile dal punto di vista politico perché cerca di creare inutili conflitti tra la nostra città e le regioni del Nord, che non hanno mai chiesto trasferimenti di ministeri, ma semmai più autonomia e federalismo. E’ irresponsabile dal punto di vista comunicativo, perché in un momento in cui la nostra economia è sotto l’attacco della speculazione e tutti i cittadini devono fare i conti con una crisi economica e sociale pesantissima, non si può perdere tempo ed energie in polemiche inutili e pretestuose, che servono soltanto a dare argomenti a chi cerca di screditare il Governo in carica. Dobbiamo occuparci di cose serie e importanti e non di queste follie, che peraltro si sono già dimostrate prive di conseguenze concrete visto che a Monza non c’è nulla di più di qualche scrivania dentro stanze vuote. La difesa di Roma Capitale è la difesa di tutta la Nazione. Sta al Pdl e al Presidente del Consiglio prendere le distanze in maniera netta e chiara da tutto questo.

MINISTERI: iniziativa inaccettabile, contraria al vero Federalismo

Pubblicato il 23 luglio 2011 da Gianni Alemanno.

Quello che è avvenuto oggi a Monza rimane inaccettabile da tutti i punti di vista. Anche se la Lega, dopo la vittoria delle mozioni parlamentari a favore di Roma Capitale, ha dovuto ripiegare dall’iniziale proposta di spostare sedi dei Ministeri al nord alla semplice creazione di “uffici decentrati” e “sportelli del cittadino”, l’iniziativa è impresentabile, sia sul piano simbolico, sia sul piano sostanziale.
È l’esatto contrario dello spirito autentico del federalismo che affida in modo esclusivo alle Regioni e agli Enti Locali il compito di fare da tramite tra il territorio e i Ministeri centrali, salvo gli uffici coordinati dalle Prefetture attraverso gli Uffici Territoriali di Governo. Non vanno moltiplicate le sedi decentrate dei Ministeri ma potenziato il ruolo degli Enti locali e delle Regioni che, attraverso opportuni protocolli, debbono rappresentare anche le funzioni ministeriali sul territorio. Dobbiamo puntare ad una semplificazione della struttura pubblica che riduca i costi a carico dei cittadini, trasformando le Provincie in semplici unioni di Comuni, puntando come indicato oggi da Formigoni, a macroregioni per ridurne il numero e riducendo il numero dei Ministeri centrali.
Anche dal punto di vista simbolico l’iniziativa leghista appare come un patetico tentativo di tenere in piedi un feticcio di polemica antiromana ed è ancora più grave che a tutto questo partecipino anche dei Ministri del Pdl. Queste iniziative non fanno parte del programma di Governo e non sono mai state approvate da alcun organo decisionale del nostro partito. L’iniziativa di oggi non scalfisce minimamente la credibilità e il ruolo di Roma Capitale, che abbiamo saputo validamente difendere, ma rischia semmai di colpire l’immagine e la credibilità di tutto il centro destra.

Medaglia d’oro al Corpo Militare della Croce Rossa Italiana: IL VIDEO

Pubblicato il 23 giugno 2011 da staff.

In questo video il sindaco Alemanno interviene alla cerimonia per la consegna della medaglia d’oro di Roma Capitale alla Bandiera del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, alla presenza del comandante della Polizia di Roma Capitale Angelo Giuliani, il commissario straordinario della Croce Rossa italiana Francesco Rocca e il maggiore generale Gabriele Lupini.

 

Video: S. Bertozzi

Medaglia d’oro al corpo militare della Croce Rossa Italiana

Pubblicato il 22 giugno 2011 da staff.

Stamattina in Campidoglio si è svolta la cerimonia per il conferimento della medaglia d’oro al corpo militare della Croce Rossa italiana. A consegnare il riconoscimento il sindaco Alemanno, che ha tenuto a sottolineare «il profondo legame e l’antica collaborazione tra Campidoglio e Croce rossa». Collaborazione che tocca vari settori, tra cui, ad esempio, «il lavoro che la Croce rossa svolge all’interno dei campi rom». La consegna della medaglia, ha detto Alemanno «vuole testimoniare il nostro riconoscimento per questa importante collaborazione».

Intervenendo sulla questione ministeri al Nord, a margine della cerimonia il sindaco Alemanno ha poi dichiarato:
«Le schermaglie parlamentari lasciano il tempo che trovano, l’importante è che il parere del Governo fosse favorevole a tutti gli ordini del giorno e questo chiude la vicenda. È il governo l’attore che può mettere in discussione determinati discorsi: il suo parere favorevole sancisce che questi ordini del giorno siano pienamente approvati sostanzialmente all’unanimità».
Riguardo alla Lega ha detto: «Noi terremo la guardia alta. Lo ha detto anche la presidente Polverini, guai a chi tocca Roma. Questa capitale è importantissima per l’unità nazionale e per il nostro territorio e soprattutto bisogna essere consapevoli che per vincere le sfide competitive del futuro ci vogliono capitali forti e aree metropolitane bene organizzate, quindi esattamente il contrario di quello che vuole la Lega. Noi terremo la guardia alta».

Click QUI per le foto

Foto F.Di Majo
  • Pagina 1 di 3
  • 1
  • 2
  • 3
  • >