Archivio Innovazione

Presentazione del primo impianto fotovoltaico in una centrale taxi

Pubblicato il 23 luglio 2012 da Gianni Alemanno.

A Roma il taxi del futuro è elettrico e alimentato con pannelli fotovoltaici. Stamattina sono stato ospite del presidente della Cooperativa 3570 Loreno Bittarelli, per la presentazione di “Via col verde”, iniziativa promossa dalla cooperativa nell’ambito del progetto cooperativo “Roma sceglie sostenibile”. In pratica viene attivato un impianto fotovoltaico a servizio della sede della cooperativa per la ricarica dei taxi elettrici, i primi dei quali cominceranno a circolare sulla strade di Roma a partire dall’inizio del 2013.

L’impianto alimenterà la centrale operativa, gli uffici amministrativi, il laboratorio tecnico, l’impianto di autolavaggio e tutte le attività accessorie. Inoltre ci sarà la possibilità di caricare i taxi elettrici sotto le pensiline. L’iniziativa colloca il mondo dei tassisti romani all’avanguardia, in un processo d’innovazione della città. Questa categoria è spesso dipinta in maniera sbagliata e invece sono convinto sia una risorsa per la città aperta alle novità.

LE FOTO

di F. Di Majo

Ottava edizione di Eire Milano

Pubblicato il 07 giugno 2012 da duepuntozero.alemanno.

In occasione dell’ottava edizione di Eire Milano, la grande manifestazione internazionale del Real Estate, stamattina il sindaco Alemanno ha  partecipato alla presentazione dei grandi progetti di trasformazione e rigenerazione urbana predisposti da Roma Capitale.

Oltre ad illustrare le potenzialità e la sostenibilità dei tre progetti urbanistici di Tor Bella Monaca, Ostia Waterfront e del Museo di Roma, ha spiegato come la ripresa di tutto il nostro Paese dipenda proprio da scelte vincente e coraggiose come quelle messe in atto da Roma:
“La possibilità di uscire dalla crisi non si gioca solo sul rigore, ma anche sullo sviluppo di un prodotto unico e vincente sul piano internazionale come il nostro patrimonio artistico, culturale e paesaggistico.
All’estero però continua ad esserci un forte scetticismo nei confronti del nostro Paese, soprattutto a causa dei mille cavilli burocratici e dei tempi che non sono mai certi nè rispettati. Roma oggi vuole dare, anche attraverso il suo piano qualità, un segnale forte di possibilità di trasformazione urbana che coinvolga anche i privati e che dia certezze. C’è una grande officina che sta cercando di trasformare Roma, rompendo ogni diffidenza e cercando di far fare un salto di qualità alla realtà urbana. Se riusciamo a fare questo, mettiamo in moto una macchina di ripresa unica al mondo”.
Sul tema delle riforme ha detto:
“Trovo incredibile che il Governo Monti stia facendo poco o nulla per dare una spinta vera e forte nel dare tempi certi e sfrondare il tema della burocrazia, che ritarda la realizzazione delle opere e moltiplica i costi degli investimenti in Italia. E’ importante che il Governo tecnico affronti una riforma a costo zero come questa. E’ inevitabile intervenire attraverso delle riforme che diano priorità e tempi certi per le procedure. Una nuova Bassanini tutta volta alla semplificazione e a ridurre il policentrismo. Questa riforma dovrebbe essere legata in qualche modo anche alla riforma della giustizia, perchè anche i ricorsi ai tribunali spesso contribuiscono a dilatare i tempi”.
Interpellato sulla situazione dei partiti ha dichiarato:
“Il confronto va condotto con tutta la necessaria durezza ma innanzitutto sui contenuti. Se partiamo dal dire quanto deve durare il governo Monti siamo fuori strada. E’ necessario che i partiti, a iniziare dal Pdl, si dotino si un pacchetto di proposte concrete su cui
misurarsi con il governo. Con questo tipo di meccanismo mi auguro che non ci sia la fine anticipata ma un rilancio dell’azione di governo, ma su condizioni precise, non come ora che è stato il governo a dettare tempi, modi e contenuti e i partiti gli sono andati dietro senza una capacità di controproposta. Noi come sindaci stiamo facendo questo e lunedì avremo un confronto con il governo sull’Imu, sul patto di stabilità, sulla carta dell’autonomia e il Pdl deve fare altrettanto: costruire una proposta concreta di fine legislatura e confrontarsi su questo”.
Circa la crisi del PDL ha detto:
“L’ intervento di Schifani è molto interessante, tocca temi che devono essere affrontati di petto e non possono essere elusi. Saluto con soddisfazione la notizia che Alfano ha convocato l’ufficio di presidenza per domani dove potremo affrontare molti nodi.
Le questioni da affrontare sono la definizione di un pacchetto di fine legislatura con il governo, la decisione dell’ambito delle riforme condivise da fare in sede parlamentare e la stesura di un progetto di riaggregazione del Pdl. Oggi il partito è in forte crisi, deve avere un progetto ben scandito e detto con chiarezza, altrimenti rischiamo di trovare frasi in libertà che non indicano una prospettiva.
Assolutamente necessario anche un pacchetto di alleanze in cui nessuno che si professa alternativo alla sinistra sia escluso, perchè il Pdl, anche rigenerato, non può fare da solo”.
Interpellato sull’autocritica di Schifani per l’attacco a Fini, il sindaco ha risposto:
“Tutto quello appartiene al passato. Adesso pensiamo al futuro”.

International Business Advisory Council (IBAC 2012)

Pubblicato il 23 marzo 2012 da duepuntozero.alemanno.

All’International Business Advisory Council (IBAC), il meeting giunto quest’anno alla terza edizione, hanno partecipato quest’anno oltre 40 fra amministratori delegati, imprenditori e top manager delle principali aziende multinazionali.

L’edizione di IBAC 2012, dal titolo “Il futuro di Roma Capitale, oggi. Investimenti e sviluppo sostenibile”, è stata focalizzata soprattutto sulla leva degli investimenti privati come strumento per rilanciare il ruolo di Roma.

LE FOTO del meeting e della conferenza stampa

di C. Papi