Archivio Edicola

Delibera Ncc, Alemanno prosciolto

Pubblicato il 10 febbraio 2016 da Redazione.

L’auspicio: “Occorre una legge nazionale che tuteli la territorialità delle licenze e delle autorizzazioni”.

Per leggere l’articolo del Giornale d’Italia clicca qui.

Affitti Roma: Alemanno,nel 2012 mettemmo in vendita immobili

Pubblicato il 05 febbraio 2016 da Redazione.

ROMA, 5 FEB – “Con la delibera n. 43 approvata dall’Assemblea Capitolina il 4 ottobre del 2012, a pochi mesi dalla fine del mio mandato da Sindaco, approvammo un’importante operazione di dismissione del patrimonio residenziale e non residenziale di proprietà di Roma Capitale, il cui introito era stimato intorno ai 230mln di euro”. Lo afferma, in una nota, l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno. “Con quell’atto amministrativo – spiega – veniva dato mandato agli uffici competenti del Comune di avviare le procedure per la vendita di quegli immobili e contestualmente si vincolavano i ricavi ottenuti dalle dismissioni per l’85% in opere pubbliche e per il restante 15% in progetti di autorecupero e realizzazione di nuovi alloggi Erp. Ma il dato vero, eclatante, che emerge semplicemente confrontando l’elenco degli immobili messi in vendita nella nostra delibera e quelli contenuti nella cosiddetta ‘lista Tronca’ è che, se quel piano avviato dal centrodestra non fosse stato messo nel cassetto e poi addirittura stracciato da Marino nel 2015, il caso ‘Affittopoli’ oggi sarebbe praticamente risolto. Infatti, dei 571 immobili finiti oggi sotto nell’inchiesta del Commissario Tronca ben 411 erano stati messi in vendita con la nostra delibera, a dimostrazione che né il precedente piano di dismissione di Veltroni risalente al 2007, né tantomeno il sindaco Marino avevano mai messo mano alla questione, lasciandola semplicemente silenziata in qualche cassetto degli uffici del Patrimonio”. “La realtà è che Roma – conclude Alemanno – paga ancora oggi le scelte fatte dalla sinistra in trent’anni di governo di questa città”. (ANSA)

Roma: Alemanno, centrodestra può vincere, subito primarie

Pubblicato il 22 gennaio 2016 da Redazione.

(ANSA) – ROMA, 22 GEN – Gli ultimi dati sono la “dimostrazione che il centrodestra può vincere, ma occorre far partire immediatamente le primarie e rompere questo stato di attesa perenne”. Così Gianni Alemanno commenta il sondaggio sulle elezioni comunali a Roma, realizzato da Index research, e reso noto ieri sera nella trasmissione di Formigli, Piazza Pulita, che vede Storace e la Meloni appaiati al 29% nelle intenzioni di voto dei romani. “Giachetti – dice infatti, a margine di un convegno di Azione nazionale – è vero che non è in testa ma è anche vero che non è partito da molto”. Alemanno sottolinea come il sondaggio mostri anche il peso della candidatura di Storace, “ignorato dal centrodestra finora”.(ANSA).