Archivio Arte

Il “Leone che azzanna il cavallo” torna nei Musei Capitolini

Pubblicato il 16 maggio 2013 da Gianni Alemanno.

Il Leone che azzanna il Cavallo, gruppo marmoreo del V secolo a. C., e antico simbolo della città di Roma, torna nel suo ambiente definitivo: l’esedra del Marco Aurelio nei Musei Capitolini. Il Leone, restaurato con il contributo dell’organizzazione dei Cavalieri di Colombo come momento centrale del programma di promozione culturale di Roma Capitale negli Stati Uniti d’America denominato “The Dream of Rome”, è stato esposto per 9 mesi nell’atrio centrale della ricostruzione della pompeiana Villa dei Papiri nel Getty Villa a Malibu in California. Siamo felici di avere questa mervigliosa statua di nuovo qui a Roma, per la gioia dei romani e dei tanti turisti che potranno ammirarla ai Musei Capitolini.

Clicca qua per visualizzare la galleria fotografica

Inaugurato “Exp’Ostia”, il primo spazio espositivo di Ostia

Pubblicato il 27 ottobre 2012 da Gianni Alemanno.

Con l’apertura della mostra “Mosaici Romani” questa mattina ho inaugurato il primo spazio espositivo di Ostia.
Il litorale ed Ostia devono diventare il salotto buono di Roma. Questa riqualificazione avviene per una scelta imprenditoriale, senza che l’amministrazione debba investire soldi pubblici. Quello che era un luogo di degrado di Ostia diviene un punto di cultura, d’incontro e attività.

> LEGGI

La Notte dei Musei 2012

Pubblicato il 07 ottobre 2012 da Gianni Alemanno.

Tutte le foto dell’affollatissima Notte dei Musei dedicata a Melissa Bassi, la studentessa morta nell’attentato alla scuola di Brindisi, per il cui triste evento sospendemmo l’evento il 19 maggio scorso. Oltre a partecipare ad alcune tappe della manifestazione, ho tenuto una conferenza stampa alla Casa del Jazz, insieme all’assessore alle Politiche Culturali e del Centro Storico Dino Gasperini.

LE FOTO

di F. Di Majo

FONTANA DI TREVI: screening per il restauro

Pubblicato il 27 agosto 2012 da Gianni Alemanno.

Il restauro dei beni culturali, artistici e monumentali, deve essere fuori dal patto di stabilità e fuori dalla spending review. Questo è un tema da portare anche in Europa, perchè quando siamo di fronte a situazioni di questo genere, siamo di fronte ad un patrimonio dell’umanità che dobbiamo gestire e custodire.
Un’altra cosa che va fatta è aumentare la sinergia tra Ministero e Roma Capitale, per dare vita a quella conferenza di sovraintendenti che è prevista all’interno del decreto legislativo di Roma Capitale.

Chiaramente l’altro aspetto è quello degli sponsor: finalmente dopo due anni di attesa al Colosseo la situazione è sbloccata ed è un grande esempio per tutti gli imprenditori, non solo italiani, ma di tutto il mondo, per sponsorizzare opere di restauro su Roma.
Stamattina abbiamo fatto un sopralluogo a Fontana di Trevi, e vedendola da vicino, anche se poi ci vorrà un monitoraggio puntuale, abbiamo potuto constatare che lo stato di conservazione è complessivamente buono. Però è chiaro che diversi punti possono essere fragili e mostrano segni di problemi molto antichi, perchè sono tanti anni che la fontana di Trevi non viene restaurata. Ci vorranno circa due milioni e mezzo di euro per un restauro complessivo della fontana, onde evitare altre cadute di frammenti come quella avvenuta a giugno.

LE FOTO

di F. Di Majo