Archivio settembre 2016

REFERENDUM, L’INTOLLERABILE INGERENZA DELLA PRESIDENZA OBAMA ACCRESCE LA NOSTRA SIMPATIA PER TRUMP

Pubblicato il 13 settembre 2016 da Redazione.

E’ in ogni caso inaccettabile che un ambasciatore straniero, in particolare di una potenza alleata come gli Usa, si permetta di ingerire nella vita democratica del nostro paese. E’ ancor più grave che questo avvenga alla vigilia di un voto sulla Costituzione italiana, e poche settimane prima delle elezioni del nuovo presidente degli Stati Uniti, di cui gli ambasciatori sono diretti referenti. Crediamo che il ministro degli Esteri debba far sentire la propria protesta formale nei confronti di questa intollerabile intromissione della presidenza Obama, spiegando che l’Italia è una nazione sovrana che non può accettare condizionamenti dai rappresentanti istituzionali di un stato estero, specie quando sono in gioco decisioni sulla modifica della nostra Carta costituzionale. Chi aveva dubbi sul ruolo di Renzi come referente dei poteri forti della globalizzazione ora ha una certezza: oggi più che mai votare no al referendum significa difendere insieme la nostra sovranità popolare e nazionale. Credo che dopo questo terribile episodio la simpatia degli italiani nei confronti di Donald Trump non possa che aumentare

 

OLIMPIADI: IL NO DI RAGGI E’ UN DIVERSIVO PER NASCONDERE LA PROPRIA CRISI

Pubblicato il 09 settembre 2016 da duepuntozero.alemanno.

La rinuncia ufficiale della candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024 è un diversivo con cui la Raggi cerca di uscire dalla terribile crisi in cui bugie e divisioni del suo movimento l’hanno trascinata. E’ una scelta autolesionista e pesantemente negativa per Roma, che priva la nostra città di un’opportunità storica per attrarre investimenti pubblici e privati che potrebbero portare lavoro e migliorare tutte le infrastrutture cittadine. Il rischio di corruzione e di spreco di risorse sono alibi per non affrontare una sfida su cui si potrebbero concentrare le migliori energie di Roma e dell’Italia, e con cui il M5S potrebbe dimostrare se è all’altezza di portare trasparenza e onestà nelle procedure pubbliche. Chi non ha il coraggio di mettere Roma al centro dell’attenzione mondiale non merita di governarla. Questa scelta, più di ogni bugia o di ogni leggerezza amministrativa, è la vera pietra tombale sull’amministrazione Raggi. Se verrà confermata, non ci sarà più alcun motivo che impedisca ai romani di liberarsi al più presto da questa sciagura politica.

ALTRO CHE MARRA, IL PD CHE NE PENSA DELL’ARRESTO DI ALVARO, SUPERDIRIGENTE DI VELTRONI?

Pubblicato il 06 settembre 2016 da duepuntozero.alemanno.

La sinistra politica e giornalistica, anziché costruire sciocchi teoremi su Raffaele Marra, pensi all’arresto di Francesco Alvaro. C’è una bella differenza tra questi due personaggi. Marra è stato un dirigente marginale nella mia amministrazione, con cui ho rotto ogni rapporto amministrativo da 6-7 anni, e che il sindaco Raggi ha ripescato perché priva di qualunque classe dirigente amminis…trativa, come tutto il M5S . Alvaro invece è stato il superdirigente alle politiche sociali del comune con la giunta Veltroni. Un plenipotenziario assoluto di quel settore per tutta l’amministrazione di sinistra. Tant’è che Ignazio Marino, diventato sindaco, lo ha subito ripescato per nominarlo commissario unico di Farmacap. Ieri Alvaro è stato arrestato: l’inchiesta stabilirà le sue reali responsabilità, ma questa è un’altra picconata al sistema di potere di sinistra i cui 30 anni sono la principale causa di crisi in cui versa la nostra città.

  • Pagina 3 di 3
  • <
  • 1
  • 2
  • 3