ZINGARETTI LASCIA ROMA NELL’EMERGENZA RIFIUTI: SOGNA ANCORA MONTI DELL’ORTACCIO?

Pubblicato il 04 agosto 2016 da Redazione.

Il presidente Zingaretti, respingendo nella sua relazione odierna l’idea di costruire un termovalorizzatore per Roma, si assume ancora una volta un’enorme responsabilità nell’emergenza rifiuti. Nessuno di noi ama i termovalorizzatori, ed è evidente che il primo impegno è aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Ma una città vasta e complessa come Roma non può rimanere senza un impianto adeguato a fronteggiare non solo la quotidianità, ma soprattutto i momenti di crisi nella raccolta dei rifiuti. Questo si è reso ancor più evidente dopo la scelta della giunta Marino di chiudere Malagrotta senza preparare un’adeguata alternativa. Rifiutare a priori un nuovo termovalorizzatore significa continuare a lasciare esposta la nostra città, oppure creare le condizioni per dar vita a una nuova Malagrotta. Forse Zingaretti e tutto il Pd sognano di rilanciare il loro antico progetto di costruire una discarica a Monti dell’Ortaccio, in un terreno di proprietà di Cerroni?

Lascia una risposta