Archivio Abusivismo

L’abusivismo commerciale deve essere reato penale

Pubblicato il 11 maggio 2013 da Gianni Alemanno.

La mia firma sulla proposta di legge contro l’abusivismo commerciale che presenteremo al ministro Angelino Alfano è un atto necessario, perché il reato amministrativo non basta. La sola sanzione è un’azione debole, ci vuole l’intervento della Polizia e dei Carabinieri. Siamo di fronte a dei veri e propri racket. Spesso dietro ad un vu cumprà che ci può impietosire si celano organizzazioni malavitose che danneggiano i commercianti onesti ed i cittadini della Capitale.

Campi nomadi: al setaccio beni e conti di 3500 rom.

Pubblicato il 26 marzo 2013 da Gianni Alemanno.

La Polizia di Roma Capitale ha  allontanato e denunciato oltre 100 persone per truffa e falso in atto pubblico, sui loro conti correnti sono stati trovati complessivamente oltre 10 milioni di euro.
Il nostro obiettivo, quando abbiamo messo a punto il piano nomadi, è sempre stato quello di chiudere gradualmente i campi così detti tollerati, puntando sui villaggi attrezzati, che hanno delle regole precise. Solo grazie all’identificazione dei rom che ci vivevano, abbiamo potuto accertare gli abusi.

 Clicca qui per leggere l’articolo completo in pdf.

CENTRO STORICO: oggi importante segnale dall’Amministrazione

Pubblicato il 12 aprile 2012 da Gianni Alemanno.

Con l’approvazione in assemblea capitolina della delibera sugli artisti di strada e con il messaggio netto e fermo ai finti “centurioni”, che fino ad oggi hanno sostato abusivamente davanti al Colosseo, l’amministrazione ha lanciato un importante segnale per il rispetto della legalità e del decoro nel centro storico della Capitale.

Questa battaglia contro il degrado e per la valorizzazione dei nostri tesori storici e artistici continuerà a essere portata avanti con sempre maggior fermezza: vogliamo garantire ai romani e ai turisti la piena fruizione della bellezza e della magia del centro storico di Roma, finalmente libero da rumori molesti e dall’incuria di finti artisti abusivi . Si tratta di provvedimenti indispensabili per coniugare rigore e tutela di chi ha a cuore la nostra città e la promozione della vera arte di strada.

Incontro con le associazioni consortili di auto recupero della periferia

Pubblicato il 06 aprile 2012 da Gianni Alemanno.

Si è tenuta ieri sera, in zona Giardinetti, l’assemblea cittadina delle associazioni consortili di auto recupero della periferia. Tali associazioni svolgono, ormai da molti anni, un importante ruolo per la realizzazione delle opere di urbanizzazione. L’assemblea è stata organizzata dalle stesse associazioni per aprire una nuova fase di confronto con l’amministrazione capitolina e le forze politiche per la ripresa della funzionalità dell’ufficio condono e del processo di riconoscimento urbanistico dei quartieri periferici della capitale.

Sono consapevole dell’epopea che c’è dietro questi consorzi, una lunga storia che ha origini antiche e conflittuali. Il problema di fondo è che siamo davanti ad un abusivismo di necessità, di gente che ha affrontato con grandi problemi e drammi una situazione difficile. Il nostro obiettivo è di chiudere questa epopea in termini positivi per questa realtà con una piena sanatoria da affrontare in maniera trasparente. Noi siamo davanti a delle realtà che chiedono le operazioni necessarie per far parte della città. Mi auguro che tutto finisca con il voto unanime dell’Assemblea capitolina.
L’altro ieri in giunta è stata approvata la memoria per l’esecuzione delle opere a scomputo attraverso la quale i cittadini avranno la possibilità di adempiere più celermente e con minor aggravio degli interessi ai propri obblighi verso l’Amministrazione comunale, fornendo opere finite e funzionali, che siano a beneficio per l’intera collettività.

LE FOTO

di C. Papi

  • Pagina 1 di 2
  • 1
  • 2
  • >