Archivio gennaio 2016

SU INCHIESTA NOMINE IN CAMPIDOGLIO CONFIDO IN UNA RAPIDA ARCHIVIAZIONE DA PARTE DELLA MAGISTRATURA

Pubblicato il 15 gennaio 2016 da Redazione.

Dell’inchiesta di cui parlano oggi i giornali sulle nomine di dirigenti esterni del Comune ho personalmente notizia solo attraverso l’elezione in domicilio che ho depositato nel dicembre scorso alla Guardia di Finanza.
In realtà tutte le procedure di nomina di dirigenti esterni al Comune hanno seguito, per quello che mi risulta, le stesse identiche procedure non solo della giunta Marino, coinvolta anch’essa nell’inchiesta, ma anche delle giunte di Veltroni e Rutelli. Si tratta di procedure da sempre seguite in base alle norme vigente e secondo un’interpretazione unanimemente data fino ad oggi, predisposte dagli uffici e validate dal Segretario Generale. Non vedo, quindi, in ogni caso come possa essere coinvolta la mia Giunta Comunale che ha approvato atti predisposti e validati in sede tecnica. Confido in una rapida archiviazione del procedimento da parte della Magistratura rispetto a scelte su cui è francamente impossibile intravedere un profilo penale e che comunque, lo ripeto ancora una volta, sono identiche a quelle da sempre seguite all’interno del Campidoglio.

TRIVELLE NELL’ADRIATICO, DECISIONE RENZI RISCHIA DI DISTRUGGERE LE TREMITI

Pubblicato il 12 gennaio 2016 da Redazione.

trivelleLa vicenda delle trivellazioni nell’Adriatico è l’ennesima dimostrazione che il governo Renzi è sempre più lontano dalle istanze del territorio e della sua gente. La scellerata decisione di autorizzare le trivelle in prossimità dell’arcipelago delle Tremiti non solo mortifica un territorio, svenduto per pochi spiccioli ad una multinazionale del petrolio, ma condanna inesorabilmente centinaia di famiglie, che dalla pesca e dal turismo, rinomatamente essenziali per l’economia di Capitanata e Molise, traggono sostentamento. Ma se alle bravate in stile Renzi ci stiamo tristemente abituando, non comprendiamo il silenzio e l’immobilismo complice dei parlamentari foggiani, di maggioranza e di opposizione, che raccontano di un territorio orfano di rappresentanti responsabili e competenti. Che ci si debba affidare alla battaglia, per ora, di fatto solo a parole del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano? Il centrodestra pugliese dia un segnale forte difendendo gli interessi dei propri concittadini.

ACCA LARENTIA, ALEMANNO: GRAVE ASSENZA RAPPRESENTANTI COMUNE A COMMEMORAZIONE

Pubblicato il 07 gennaio 2016 da Redazione.

(OMNIROMA) Roma, 07 GEN – “Dopo 38 anni Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni, i caduti della strage di Acca Larentia, sono ancora senza giustizia. Questo rende ancora più riprovevole il fatto che Roma Capitale, sia pure nella sua gestione commissariale, non abbia inviato nessun rappresentante ufficiale a deporre la corona di alloro. Mi appello alla sensibilità del Prefetto Tronca perché questa grave dimenticanza non abbia a ripetersi nelle prossime occasioni di ricordo di giovani di destra e di sinistra caduti durante gli anni di piombo. La storia recente di Roma non può essere dimenticata se si vuole scongiurare il ritorno della violenza politica. Come ex sindaco mi ha molto colpito il fatto di essermi ritrovato solo con i vigili urbani e il cerimoniale di Roma Capitale, già il sindaco Marino, interrompendo una tradizione cominciata con Veltroni e continuata con il sottoscritto, non ha mai partecipato a queste cerimonie, ma oggi è stata la prima volta che non era presente neanche un delegato del commissario. Spero veramente che tutto questo non si ripeta più”.

Lo dichiara in una nota Gianni Alemanno.

7 GENNAIO 1978 – 7 GENNAIO 2016: STRAGE DI ACCA LARENTIA 38 ANNI DOPO ANCORA SENZA GIUSTIZIA

Pubblicato il 07 gennaio 2016 da Redazione.

Dopo 38 anni Franco Bigonzetti, Francesco Ciavatta e Stefano Recchioni, i caduti della strage di Acca Larentia, sono ancora senza giustizia.

Questo rende ancora piu riprovevole il fatto che Roma Capitale, sia pure nella sua gestione commissariale, non abbia inviato nessun rappresentante ufficiale a deporre la corona di alloro.

IMG_0396

Mi appello alla sensibilità del Prefetto Tronca perché questa grave dimenticanza non abbia a ripetersi nelle prossime occasioni di ricordo di giovani di destra e di sinistra caduti durante gli “anni di piombo”.

La storia recente di Roma non può essere dimenticata se si vuole scongiurare il ritorno della violenza politica. Come ex Sindaco mi ha molto colpito il fatto di essermi ritrovato solo con i Vigili Urbani e il cerimoniale di Roma Capitale, già il sindaco Marino, interrompendo una tradizione cominciata con Veltroni e continuata con il sottoscritto, non ha mai partecipato a queste cerimonie, ma oggi è stata la prima volta che non era presente neanche un delegato del Commissario. Spero veramente che tutto questo non si ripeta più.

 

  • Pagina 3 di 3
  • <
  • 1
  • 2
  • 3