Archivio gennaio 2016

SUL SALARIO ACCESSORIO ROMA STA PAGANDO PER TUTTI

Pubblicato il 19 gennaio 2016 da Redazione.

IMG_0414Dipendenti comunali più poveri e tagli ai servizi ai cittadini. E’ questo il risultato del pasticcio sul salario accessorio mal gestito da Ignazio Marino e ora ereditato dal commissario Tronca. Dal tempo pieno nelle scuole all’apertura pomeridiana degli uffici, fino alla turnazione della polizia locale nei notturni e nei giorni festivi: sono questi i servizi a cui Roma dovrà rinunciare a seguito della delibera commissariale di oggi. Roma sta pagando per tutti: per un Governo incapace di produrre normative chiare sulla produttività del pubblico impiego,per una Sinistra politica e sindacale incapace di assumersi le proprie responsabilità di fronte ai lavoratori e per l’Anci che lascia sola Roma Capitale come capro espiatorio di un problema irrisolto in tutti i comuni italiani. Roma e l’Italia hanno bisogno di un intervento urgente del Governo che sani il pregresso e detti linee guida chiare e realistiche per firmare subito un nuovo contratto sul salario integrativo.

Roma: Alemanno, dare segnale netto facendo primarie

Pubblicato il 18 gennaio 2016 da Redazione.

ROMA, 16 GEN – “Nel 1997 con Borghini, nel 2006 e 2013 con il sottoscritto il popolo de centrodestra non è andato a votare e ha regalato alla sinistra vittorie molto nette. Dobbiamo dare un segnale forte e le primarie servono a scegliere il candidato sfidando Marchini che ha lanciato un’opa civica sul centro destra”. Lo ha detto l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno partecipando alla raccolta firme per le primarie del centro destra organizzata da Azione Nazionale. “Berlusconi, Meloni e Salvini devono accettare la sfida del centrodestra e soprattutto Meloni e Salvini sempre favorevoli alle primarie non si capisce perche non scelgano Roma come laboratorio delle primarie del centrodestra”, ha concluso.(ANSA).

AZIONE NAZIONALE LANCIA PETIZIONE “PRIMARIE PER IL SINDACO, #BASTAPALAZZO”

Pubblicato il 18 gennaio 2016 da Redazione.

ajaxmail-6

Una lettera aperta e una petizione popolare a Silvio Berlusconi, Matteo Salvini, Giovanni Toti e Giorgia Meloni per chiedere l’istituzione delle primarie per la scelta del candidato sindaco di Roma e avviare un grande laboratorio per il centrodestra.

A chiederlo questa mattina a Roma i militanti di Azione Nazionale, il nuovo movimento di destra che hanno manifestato a Largo Goldoni lanciando la petizione “Primarie per il Sindaco di Roma: #BastaPalazzo”.

Oltre cento persone hanno dato vita ad un flash mob sulla scalinata di Piazza di Spagna per lanciare l’appello ai leader del centrodestra affinchè escano dalle stanze del Palazzo per confrontarsi con gli elettori. “Oggi a Roma – si legge nella missiva consegnata a Berlusconi, Salvini e Meloni – rischiamo di trovarci divisi tra un candidato ufficiale di centrodestra e un candidato “civico” che ha già raccolto il sostegno pubblico di alcuni esponenti politici della nostra area. Il centrodestra rischia di perdere queste elezioni perché moltissimi dei suoi elettori, così come è successo nel 2006 e nel 2013, sono intenzionati a rimanere a casa, non essendo coinvolti in prima persona nella preparazione alla campagna elettorale”.
Per questi motivi Azione Nazionale chiede ai leader di Partito di raccogliere le richieste che vengono dall’elettorato e promuovere le elezioni primarie per il candidato Sindaco e per i presidenti di Municipio “coinvolgendo tutte le candidature alternative alla Sinistra e all’antipolitica del Movimento 5 Stelle, per definire regole condivise e per individuare una data di svolgimento entro il mese di febbraio”.
Quella delle primarie è del resto una richiesta lanciata a luglio del 2014 da Fratelli d’Italia che vide l’adesione convinta di tanti esponenti del centrodestra come Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Giovanni Toti.
Oltre al tema delle primarie i militanti di Azione Nazionale hanno lanciato una raccolta firme per una petizione che chiede al Governo e al Parlamento di introdurre norme restrittive sul tema dell’immigrazione clandestina, nella convinzione che anche un tema così importante come quello del contrasto al terrorismo islamico il centrodestra abbia il dovere di presentarsi con proposte forti e condivise.
“Dopo la fallimentare gestione Marino – dichiarano Gloria Pasquali, Brian Carelli e Giorgio Ciardi del direttivo romano di Azione Nazionale – il centrodestra ha il dovere di battere un colpo e rimettersi in discussione facendo scegliere ai propri elettori il futuro candidato Sindaco. Facciamo appello in particolar modo a Salvini e alla Meloni affinché mantengano fede agli impegni presi nelle tante dichiarazioni a favore delle primarie più volte rilasciate. Non possiamo lasciare la nostra città in mano a questa sinistra.

LEGGI LA PETIZIONE PER LE PRIMARIE DEL CENTRODESTRA

 ajaxmail ajaxmail-1 ajaxmail-3 ajaxmail-4 ajaxmail-5  ajaxmail-7 ajaxmail-8_0 ajaxmail-9