Archivio maggio 2015

FOLLE E PERICOLOSA L’IDEA DI DARE CASE O TERRENI AI NOMADI

Pubblicato il 30 maggio 2015 da Gianni Alemanno.

È una pericolosa follia l’idea di dare case popolari e terreni ai nomadi nell’illusione di chiudere i campi. In questo modo la giunta Marino rischia di far esplodere la rabbia dei romani che non hanno casa e che non possono certo “autocostruirsi” un’abitazione come viene ipotizzato per i Rom.

Ma, soprattutto, anche solo ipotizzare questi regali assistenziali significa attrarre altre migliaia di nomadi nella nostra città. In tutta Europa, infatti, ci sono oltre 25 milioni di nomadi pronti a muoversiimage verso quelle città che offrono maggiori opportunità sia legali che illegali. La giunta Marino, invece di inventare queste assurdità, ripristini immediatamente la sorveglianza nei campi nomadi autorizzati, una sorveglianza che noi avevamo attuato con personale specializzato e che loro hanno completamente cancellato all’indomani del cambio della guardia in Campidoglio.
Non solo: L’amministrazione deve subito riprendere seriamente a ordinare gli sgomberi degli accampamenti abusivi, sgomberi che sono stati quasi completamente sospesi da quando il centrosinistra è al governo. Queste pesanti responsabilità che inchiodano la giunta Marino non possono essere nascoste con il solito metodo degli annunci a vuoto e dello scaricabarile contro di noi. La realtà è che la nostra giunta é stata l’unica a realizzare un Piano Nomadi chiudendo 7 campi tollerati e sgomberando oltre 1.100 accampamenti abusivi, mentre il centrosinistra per buonismo e indifferenza non ha fatto praticamente nulla in due anni. Il risultato è che siamo ritornati allo stesso livello tragico della giunta Veltroni quando nel 2007 fu uccisa la signora Reggiani.