Archivio luglio 2012

Incontro con il Commissario del governo per la spending review

Pubblicato il 20 luglio 2012 da Gianni Alemanno.

Dopo l’incontro privato che si è tenuto oggi in Campidoglio con il commissario di governo per la spending review Enrico Bondi, si è costituito un gruppo di lavoro e abbiamo messo totalmente a disposizione il bilancio di Roma Capitale per aggredire qualsiasi spreco, ma non vogliamo nè tagliare i servizi ai cittadini, nè aumentare le tasse. Questo gruppo si unisce a quello dell’Anci a livello nazionale. Abbiamo quindi cominciato a lavorare: il direttore esecutivo di Roma Capitale Raffaele Borriello e il ragioniere generale di Roma Capitale Maurizio Salvi ora sono andati da Bondi al ministero per studiare insieme le carte.

È una corsa contro il tempo: sia per presentare gli emedamenti, perchè sappiamo che mercoledì si approverà il decreto al Senato, sia per essere in condizioni, dopo la pronuncia del Consiglio di Stato sulla delibera Acea, di fare il bilanco. È dunque una corsa contro il tempo per adottare misure che ci permettano di evitare di aumentare tasse o tagliare i servizi essenziali.
Abbiamo detto al commissario che da parte nostra c’è massima disponibilità a tagliare tutti gli sprechi. Ma per fare questo abbiamo bisogno anche di emendamenti al decreto di Spending Review, per migliorare l’intervento degli enti locali su questi sprechi: far saltare o ridurre i contratti onerosi, i fitti passivi, o comunque tutte quelle situazioni ereditate dal passato e che, da un punto di vista legale, non si riescono ad aggredire come invece si potrebbe fare con una legge. Se invece si va ad incidere su spese incomprimibili o stipendi il problema è serio, perchè non si tratterebbe più di tagli agli sprechi ma di tagli lineari. Bondi si è detto molto ottimista ed è convinto che le soluzioni si troveranno.

Lista Civica Rete Attiva X Roma, la presentazione oggi 25 luglio

Pubblicato il 20 luglio 2012 da Gianni Alemanno.

Oggi 25 luglio, alle ore 18.30 sulla terrazza del Pincio (Villa Borghese) darò il via alla Lista Civica “Rete Attiva per Roma” che mi sosterrà nelle prossime elezioni amministrative del 2013.


Già nel mese di marzo ho presentato “Rete Attiva” come organizzazione di collegamento che, fino ad ora, ha raccolto più di 200 tra associazioni, comitati di quartiere e circoli culturali, in rappresentanza dei tanti diversi interessi della società civile di Roma.
Adesso si tratta di fare un ulteriore passo avanti, ponendo le basi programmatiche ed associative di un sistema di liste civiche che deve portare donne e uomini della nostra città nell’Assemblea Capitolina e nei diversi Consigli Municipali.
Credo che questa iniziativa s’inserisca nel grande movimento di liste, fondazioni e associazioni che, in tutta Italia, sta rappresentando una spinta decisiva verso una nuova politica e verso una più forte partecipazione dei cittadini.
Tutti possono contribuire alla formazione della lista civica “Rete Attiva per Roma”, con suggerimenti al programma elettorale, con l’impegno diretto nell’organizzazione e, non per ultimo, proponendosi come candidati nelle liste.
Ti invito pertanto ad intervenire all’incontro di oggi 25 luglio per conoscere il nostro progetto e per prendervi attivamente parte.

Un cordiale saluto
Gianni Alemanno

ANNIVERSARIO BORSELLINO: impellente necessità di fare chiarezza

Pubblicato il 19 luglio 2012 da Gianni Alemanno.

Bene ha fatto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a sottolineare l’impellente necessità di fare chiarezza e andare fino in fondo nella ricerca della verità. A distanza di vent’anni dalla strage di via D’Amelio, è giunto il momento di scoperchiare il vaso della trattativa Stato-Mafia e accertare le responsabilità sia sul versante di Cosa Nostra sia sul versante delle presunte implicazioni di natura istituzionale.

Paolo Borsellino e la sua scorta hanno pagato con la vita, come servitori dello Stato, l’integerrimo senso di responsabilità, l’attaccamento al dovere e alle istituzioni democratiche e il profondo amore per l’Italia.

Fermare la strage dei cristiani in Nigeria. Le iniziative dell’Italia

Pubblicato il 19 luglio 2012 da Gianni Alemanno.

Durante la Conferenza “Fermare la strage dei cristiani in Nigeria. Le iniziative dell’Italia”, organizzata dall’Osservatorio della Libertà Religiosa del Ministero degli Affari Esteri e Roma Capitale, ho ribadito l’impegno dell’amministrazione cittadina e del governo italiano sul tema degli attacchi alle minoranze cristiane. Gli attacchi ai cristiani in Nigeria e in tutto il mondo rappresentano un’emergenza specifica del momento, su cui non possiamo permettere l’indifferenza.
Le comunità cristiane nel mondo sono diventate oggetto di una vera e propria tendenza di fanatismo e aggressione e rischiano di produrre ulteriori effetti emulativi. Perciò occorre contrastare l’indifferenza e anche a tale scopo il ministero degli Esteri e Roma Capitale hanno istituito un Osservatorio ad hoc, coordinato da Massimo Introvigne.

Intervenendo al convegno, Introvigne ha sottolineato come l’organo si stia muovendo sul piano del sostegno alle Ong sul campo, chiedendo allo stesso tempo alle organizzazioni internazionali di evocare la questione della libertà religiosa in tutte le agende. Al convegno hanno partecipato anche il ministro degli Affari Esteri Giulio Terzi, il vicepresidente della Camera Maurizio Lupi e l’inviato speciale della Farnesina per le emergenze umanitarie Margherita Boniver, che all’inizio di luglio si è recata in Nigeria.
“Il governo locale è perfettamente consapevole della sfida posta dai Boko Haram e punta i suoi sforzi al dialogo interreligioso e interetnico” ha spiegato Boniver, evidenziando come finora quest’impegno non abbia avuto una risposta concreta in termini di protezione. Con il rischio che le attività dei gruppi estremisti in Mali, Nigeria e Somalia si fondano in una strategia terroristica che coinvolga una vasta area del continente africano.

LE FOTO

di C. Papi