Archivio luglio 2012

Inaugurato il nuovo mercato di Testaccio

Pubblicato il 02 luglio 2012 da Gianni Alemanno.

Stamattina abbiamo inaugurato il nuovo Mercato di Testaccio. Cinquemila metri quadrati di superficie, di cui 2mila dedicati a servizi pubblici e pubblici esercizi; spazi per 103 operatori; un parcheggio interrato di 6mila metri quadrati per 270 posti automobili; e un arricchimento archeologico con una superficie scavata di 7mila metri quadrati che in parte sarà resa visitabile nel giro di un paio di anni. Un’opera costata 18 milioni di euro – a costo zero per l’amministrazione in quanto interamente a carico del concessionario privato in cambio della gestione economica del complesso – realizzata con lavori partiti a fine maggio 2008 e conclusi a giugno scorso.

È uno dei mercati più belli di Roma. Un mercato deove la gente si può incontrare, dove le attività commerciali si fondono con la vita del quartiere per il quale rappresenta una svolta: permetterà di riqualificare piazza Testaccio e di dare un cuore, un fulcro attorno a cui questo storico quartiere potrà tornare a vivere e funzionare bene. Un passo avanti anche per la città.
Il progetto del mercato porta la firma dell’architetto Marco Rietti. È concepito sulla falsa riga dei mercati all’aperto nelle piazze di Roma: aperto su tutti e quattro i lati, coperto e protetto da sole e acqua ma con pannellature traforate da dove filtrano luce e aria. La struttura è quasi del tutto autosufficiente dal punto di vista energetico, nel rispetto della normativa sul rispario energetico inserita nel regolamento edilizio di Roma capitale.
Nella zona sottostante c’è un’area archeologica che potrebbe essere resa fruibile nel giro di due anni: si tratta di una sorta di «discarica» di materiale di risulta dell’antico porto di Testaccio, ricco soprattutto di anfore che, una volta utilizzate per il trasporto marittimo venivano accantonate e nello specifico, nella zona sotto il mercato, utilizzate per realizzare dei muretti. L’apertura di questo spazio museale è concepita per realizzare un’osmosi di flussi turistici verso il mercato e di quotidiani frequentatori del mercato verso l’area archeologica.

LE FOTO

di F. Di Majo

EURO 2012: Protezione Civile Campidoglio attiva presidi al Circo Massimo

Pubblicato il 01 luglio 2012 da duepuntozero.alemanno.

La Protezione civile Roma Capitale, che sin dalle prime ore di questa mattina ha avviato il proprio dispositivo in previsione della finale degli Europei di calcio, sta allestendo i presidi presso il Circo Massimo e in tutti i punti di accesso allo stadio romano.
In campo oltre 350 unità fra operatori comunali di Protezione Civile, organizzazioni di Volontariato, Squadra Emergenze del Servizio Giardini. Per far fronte al caldo afoso gli operatori stanno innaffiando il terreno grazie a 4 autobotti da 10 mila litri d’acqua che percorrono senza interruzioni l’intero perimetro delle zone destinate ad accogliere i tifosi.

Pronto anche il coordinamento dei volontari. Le squadre sono state posizionate a presidio dei punti sensibili: in 50 stazioni per la distribuzione di acqua in bottiglia all’interno del Circo Massimo e presso le stazioni Metro Colosseo e Circo Massimo, in modo da gestire le operazioni di afflusso e deflusso. Squadre del volontariato e di operatori di Protezione civile sono state dislocate anche presso i Punti Medici Avanzati in allestimento all’interno del Circo Massimo, lato via della Greca, e all’esterno su via dei Cerchi.
Trecento mila le bottigliette d’acqua che saranno trasportate nelle prossime ore all’interno dello stadio romano per essere distribuite ai tifosi.
Le attività di coordinamento dell’organizzazione sono gestite dalla Sala Operativa di Porta Metronia che può essere contattata per ogni genere di emergenza al numero verde 800.854.854