Archivio maggio 2012

TERREMOTO: tutta la nazione sostenga le popolazioni colpite

Pubblicato il 31 maggio 2012 da Gianni Alemanno.

Serve un forte sostegno alla ripresa dell’economia nei territori colpiti dal sisma. Sui luoghi colpiti dal terremoto, ho potuto verificare di persona una decisa volontà di ripresa da parte delle popolazioni, che deve essere sostenuta da tutta la nazione. Auspico innanzitutto la semplificazione delle procedure burocratiche per la ripresa delle attività. Ma servono anche il maggior numero di tecnici e un sostegno reale e solidale all’economia dell’Emilia-romagna, che sarà in grado di restituire i benefici di questo sforzo a tutta la nazione.

Il sisma ha colpito una zona decisiva per lo sviluppo economico di tutto il Paese. E sebbene l’intensità e la concentrazione sia stata minore rispetto al terremoto abruzzese, l’estensione del territorio colpito è molto più estesa, con danni diffusi che rischiano di mettere in ginocchio l’intera zona. È proprio nell’ottica di portare un aiuto concreto alle popolazioni colpite che da domani mattina sarà operativo il “Campo Roma” a Rovereto sul Secchia, una tendopoli costruita dal Comune di Roma Capitale grazie allo sforzo della Protezione civile e degli operai dell’Ama.
Si tratta di un attendamento composto da 30 moduli interamente attrezzati che ospiteranno 240 persone.
Oltre alle strutture di pernottamento sono state installate una tensostruttura ed un modulo gonfiabile, già adibiti a spazi per la socializzazione e sala mensa.
Il Campo Roma è stato montato da 30 operatori che la Protezione civile del Campidoglio ha inviato in Emilia il 29 maggio scorso per offrire il contributo di aiuti della Capitale agli sfollati emiliani. L’allestimento del campo è avvenuto in tempi da record grazie alla perizia degli operatori capitolini che nel 2009 hanno montato attendamenti e gestito campi per tutta la durata dell’emergenza seguita al terremoto che investì L’Aquila.
Domani il Campo Roma sarà reso completamente autonomo, grazie all’attrezzamento di una cucina da campo inviata dalla Barilla.
Per garantire le migliori condizioni possibili, le unità operative della Protezione civile capitolina hanno bonificato, sanificato e messo in sicurezza i terreni anche in tutto il perimetro esterno al Campo.

TERREMOTO: le iniziative di Roma Capitale per la solidarietà

Pubblicato il 30 maggio 2012 da duepuntozero.alemanno.

Roma Capitale ha aperto un conto corrente per la raccolta delle donazioni alle vittime del terremoto in Emilia Romagna. Il conto è intestato a Roma Capitale e il numero di Iban per effettuare un bonifico è : IT18X0200805117000102099180, specificando nella causale “Roma Capitale pro terremotati in Emilia Romagna”.
A partire da stasera, l’attivazione del conto corrente verrà ricordata con un messaggio preregistrato a tutti coloro che chiameranno il contact center capitolino 060606, così come il numero di sms solidale per donare due euro alle popolazioni colpite.

Inoltre il 2 giugno, dalle 9 alle 18, saranno attivi tre gazebo di Roma Capitale per la raccolta fondi nella piazza di San Lorenzo in Lucina, piazza Mignanelli e Largo di Torre Argentina.

SICUREZZA: auguri al nuovo Questore

Pubblicato il 30 maggio 2012 da Gianni Alemanno.

Ringrazio Francesco Tagliente per l’ottimo lavoro svolto come Questore di Roma, che si è concretizzato in un calo dei reati nella Capitale del 3,7 per cento nei primi quattro mesi del 2012.

Un risultato che Tagliente consegna al nuovo Questore Fulvio Della Rocca, al quale vanno i miei migliori auguri affinché prosegua con determinazione e sapienza investigativa sia l’impegno nella repressione del crimine sia la delicata opera di prevenzione che è stata concertata nell’ambito degli obiettivi del Patto Roma Sicura.

SISMA: al lavoro con la Protezione Civile per costruire tendopoli

Pubblicato il 30 maggio 2012 da duepuntozero.alemanno.

In mattinata la Protezione civile di Roma Capitale ha proceduto alla costruzione di una tendopoli a Rovereto sul Secchia Novi di Modena. Le operazioni nel modenese sono state comunicare via Twitter in diretta dal sindaco Alemanno, il quale informa che sono stati portati sul luogo del sisma “tende, coperte, mezzi di vario genere, medicinali etc”.

Sempre attraverso Twitter, il Sindaco ha rinnovato l’appello affinchè venga annullata la parata del 2 giugno.
Un ultimo rispettoso appello: qui dalla provincia di Modena sono ancora più convinto che siamo in tempo per annullare la sfilata; sostituiamo la sfilata del 2 giugno con i più essenziali onori all’Altare della Patria. Non è solo il problema del risparmio, che ancora ci sarebbe, ma è il segnale che la gente si attende. Il 2 giugno è importantissimo, tutti dobbiamo ritrovarci nell’unità nazionale, ma la parata in questo momento è un’altra cosa“.

MARO’: felice per la notizia di libertà su cauzione

Pubblicato il 30 maggio 2012 da Gianni Alemanno.

Sono veramente felice per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i nostri due militari del Reggimento San Marco in stato di arresto in India da febbraio, ai quali è stata concessa la libertà su cauzione dall’Alta Corte di Kerala. Esprimo grande soddisfazione per il lavoro che stanno svolgendo le nostre autorità in India.

Ora auspico che ai due marò possa essere permesso di raggiungere, quanto prima, la sede della nostra ambasciata a Nuova Delhi. Si tratta di una bellissima notizia che arriva alla vigilia della Festa del 2 Giugno.