Archivio aprile 2012

TERRORISMO: invito il Sindaco di Tolve a rispettare la memoria di Sergio Ramelli

Pubblicato il 29 aprile 2012 da Gianni Alemanno.

Nell’anniversario della morte di Sergio Ramelli, ucciso a Milano nel 1975 da attivisti di ultra sinistra, ho appreso che l’amministrazione comunale di Tolve (Potenza) ha cambiato il nome del proprio parco cittadino, cancellando la dedica a Sergio Ramelli.

Proprio io, in qualità di Ministro dell’Agricoltura, avevo inaugurato nel maggio del 2004 Villa Ramelli, a sottolineare l’importanza di coltivare la memoria di tutti i ragazzi di destra e di sinistra che sono morti negli anni di piombo e per evitare oggi che le giovani generazioni ricadano un’altra volta in una spirale di odio e di violenza. Invito quindi l’attuale sindaco Rocco Viggiano, espressione di una lista civica trasversale, a rivedere la sua decisione che, al di là delle motivazioni che l’hanno ispirata, rappresenta un’ offesa per tutte le vittime degli anni di piombo.

SPINACETO: solidarietà e vicinanza ai gioiellieri

Pubblicato il 28 aprile 2012 da Gianni Alemanno.

Tutta la mia solidarietà e vicinanza ai gioiellieri che hanno sventato una rapina ai loro danni con un grande atto di coraggio. Dobbiamo sostenere in tutti i modi coloro che sono vittime di attività delinquenziali e troppo spesso si trovano costretti a difendersi da soli. Non appena la magistratura avrà completato la ricostruzione della vicenda, mi auguro di poter incontrare quanto prima in Campidoglio i gioiellieri che hanno reagito alla rapina per complimentarmi del loro coraggio e per esprimergli tutta la solidarietà della nostra città.

“Quattro anni per Roma” in un libro. La nostra Giunta sulla strada giusta

Pubblicato il 27 aprile 2012 da Gianni Alemanno.

La mia candidatura come sindaco di Roma è sicura, in forza del lavoro svolto in questi quattro anni. L’ho dichiarato anche stamattina in Campidoglio, presentando il libro “Quattro anni di Roma. Fatti e progetti della giunta Alemanno”.

INVITAMI A CASA TUA PER PRESENTARTI IL LIBRO
SUI FATTI E PROGETTI DELLA GIUNTA ALEMANNO

Nel libro c’è, nero su bianco, la mia ricandidatura che non è messa in discussione, nè messa in dubbio da giochi di palazzo. È una ricandidatura nata sul territorio e chiunque stia facendo una battaglia preventiva per indebolirla si metta l’anima in pace.
Sono 200 pagine ricche di dati, di riferimenti, di spiegazioni di quello che è stato realizzato in 4 anni. Dico a tutti i cittadini: voglio venire a presentarlo nelle case, io e i miei assessori verremo nelle vostre case se ci invitate attraverso twitter, facebook o semplici lettere. Vogliamo portare questo libro ai cittadini per far conoscere loro quello che realmente ha fatto questa amministrazione in 4 anni, non le campagne di disinformazione e propagandistiche fatte da alcune parti politiche.
Lo ripeto: sarò candidato come sindaco di Roma nel 2013, ma prima ci saranno le primarie. Quattro anni di semina devono proseguire e non possiamo tornare indietro. È stato fatto uno sforzo enorme per imprimere un cambiamento di rotta e bisogna andare avanti, ed io continuerò a fare il sindaco di Roma. Sono stati 4 anni temibili con risultati eccezionali. Mi ricandido non per una mia impuntatura personale, ma per quello che è stato fatto in tutti questi anni. Abbiamo la coscienza di avere agito molto bene. Siamo sulla strada giusta e bisogna poi uscire da una contraddizione. Roma è una città meravigliosa ma afflitta dalla difficoltà di affrontare il futuro.

LE FOTO

di F. Di Majo