Archivio febbraio 2012

TOR SAPIENZA: apprezzamento per operazione dei Carabinieri

Pubblicato il 21 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Esprimo vivo apprezzamento per l’operazione condotta dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che ha portato alla scoperta di un grande traffico di merce rubata per il quale sono finite in manette quattro persone. È un altro risultato incoraggiante per la nostra città, che conta sulla costante opera delle Forze dell’Ordine per combattere qualsiasi episodio di illegalità e criminalità e risolvere problemi essenziali per i cittadini come quello della sicurezza.

GIUNTA: grazie al ministro Fornero per riconoscimento

Pubblicato il 21 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Elsa Fornero mi ha inviato una lettera per esprimere la soddisfazione per la nomina di Lucia Funari ad assessore al Patrimonio.
Questo il testo della missiva:

Gentile Sindaco,
accolgo con viva soddisfazione la sua iniziativa di inserire nella Giunta capitolina una ulteriore rappresentanza femminile, decisione questa che volge nella auspicata direzione di offrire una presenza equilibrata tra donne e uomini nell’Amministrazione comunale.
Apprezzo, altresì, l’attribuzione della funzione di Vicesindaco quale testimonianza di particolare riconoscimento e sensibilità.
Con l’augurio che in futuro si rafforzi ulteriormente la rappresentanza femminile realizzando pienamente l’attiva partecipazione culturale, sociale, lavorativa e politica delle donne nell’amministrazione e nella città,
Le porgo i miei più cordiali saluti
Elsa Fornero

Ringrazio il ministro Fornero per il riconoscimento che ha voluto dare alla nuova composizione della nostra Giunta. La battaglia per giungere a un’effettiva parità di genere all’interno delle rappresentanze politiche locali e nazionali deve coinvolgere tutte le forze politiche e tutte le realtà istituzionali. Mi auguro che il Ministro vorrà presto promuovere una legge nazionale che stabilisca definitivamente le quote minime che garantiscano questa parità, senza che questo tema rimanga oggetto di divergenti opinioni e quindi di strumentalizzazioni politiche.

Benvenute in Campidoglio Lucia Funari ed Ester Mieli

Pubblicato il 20 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Un doppio ringraziamento ad Alfredo Antoniozzi, sia umano che politico. La nostra battaglia è cominciata nel 2008. La sua presenza in Giunta era stata legittimata dall’ampio consenso di voti ottenuti. Una presenza significativa dal punto di vista politico e amministrativo. La sua scelta di dimettersi è stata condotta in totale autonomia e mi ha spiazzato. In questo modo ha aiutato la Giunta a risolvere un problema e dando soprattutto un esempio di servizio. In questi quattro anni l’assessore uscente al Patrimonio ha fatto un buon lavoro che lascia in eredità a Lucia Funari.

Ho chiesto ai presidenti dei Gruppi consiliari all’Assemblea capitolina di poter presentare il nuovo assessore Lucia Funari e le relative modifiche nella composizione della Giunta, in occasione della prossima seduta dell’Assemblea prevista per mercoledì 22 febbraio 2012. Purtroppo mi è impossibile prendere parte alla seduta odierna dell’Assemblea a causa di un impegno al fuori dal Campidoglio.
Un saluto di benvenuto anche al mio nuovo portavoce: Ester Mieli, alla quale auguro buon lavoro.

LE FOTO

di F. Di Majo

LETTERA A MONTI

Pubblicato il 20 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Questa mattina ho inviato una lettera al presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti.
Di seguito il testo integrale.

Signor Presidente,
l’inattesa decisione del Consiglio dei Ministri di non appoggiare la candidatura di Roma Capitale a sede dei XXXII Giochi Olimpici e dei XVI Giochi Paralimpici del 2020 ci costringe a modificare profondamente le prospettive di sviluppo della nostra città.
Il nostro progetto, che Lei in più occasioni ha giudicato in termini molto positivi, avrebbe messo in moto nella Capitale ben 9,8 miliardi di finanziamenti, di cui 4,300 miliardi di investimenti pubblici e ben 5,5 miliardi di investimenti privati. Gran parte di queste risorse – quasi 9 miliardi – sarebbero servite, non per gli impianti sportivi e gli eventi olimpici, ma per completare la dotazione infrastrutturale della nostra Città che, da decenni, cerca di risolvere numerosi nodi urbanistici connessi al problema della mobilità.
Il venir meno di questo potente volano economico lascia sul tappeto due grandi problemi.
Il primo è quello di far convivere la vita quotidiana di una grande metropoli con il ruolo di Capitale della Repubblica, con tutte le funzioni e i costi che da  questo status istituzionale inevitabilmente derivano. Il secondo problema è quello di dover comunque affrontare una scadenza epocale che non può essere né rinviata, né revocata: quella del Giubileo del 2025.
La vita quotidiana di una città di quasi tre milioni di abitanti e l’approssimarsi di un anno eccezionale – e ben più impegnativo di un’Olimpiade – come quello del Giubileo, non possono essere affrontati da Roma con una aeroporto intercontinentale attualmente sottodimensionato, con una mobilità interna ancora troppo dipendente dal trasporto su gomma, con problemi irrisolti nel rapporto tra le periferie e il più grande Centro storico del mondo, riconosciuto come patrimonio dell’Unesco, con servizi pubblici locali che si accingono ad affrontare, dopo decenni di ritardi, la sfida della liberalizzazione e della qualità sul mercato nazionale. > LEGGI

GIUNTA: le modifiche non riguardano la maggioranza

Pubblicato il 20 febbraio 2012 da Gianni Alemanno.

Le modifiche della Giunta capitolina che vengono operate oggi non riguardano il tema dell’allargamento della maggioranza che sostiene la nostra Amministrazione. Ho più volte sottolineato come l’allargamento della maggioranza che guida il Campidoglio, nella stessa composizione da La Destra all’Udc che sostiene la Giunta regionale del Lazio, è e rimane un nostro obiettivo strategico che deve essere perseguito anche a livello nazionale.

Ne parlerò questa sera a Milano nel corso dell’incontro con i rappresentanti degli enti locali del Pdl, convocato  dal segretario Alfano e dal presidente Berlusconi, perché ritengo che questo debba essere un obiettivo da perseguire in modo coordinato a livello nazionale e locale per costruire su basi nuove il centrodestra italiano.