Archivio dicembre 2011

CAPODANNO: il Campidoglio attiva unità di crisi per la sicurezza

Pubblicato il 30 dicembre 2011 da duepuntozero.alemanno.

Per la notte di Capodanno, presso la Sala Sistema Roma, a Largo Giovanni da Verrazzano 7, sarà attivata l’Unità di Crisi di Roma Capitale per il monitoraggio degli eventi legati ai festeggiamenti e la gestione di eventuali criticità. L’Unità di Crisi, composta dai rappresentanti delle strutture capitoline, delle società municipalizzate e delle società incaricate dei pubblici servizi, si costituirà alle ore 15 del 31 dicembre, fino al termine degli eventi.
Nel piano straordinario per la sicurezza, 800 uomini della polizia Roma Capitale, divisi in 300 pattuglie, monitoreranno il centro storico e le zone della città interessate dalle manifestazioni per l’arrivo del nuovo anno.

Inoltre, per la vigilanza nella zona centrale dove si svolgerà il tradizionale concerto dei Fori Imperiali, il personale dell’Ares 118 assicurerà una rete di protezione sanitaria articolata in quattro settori: via dei Fori Imperiali- Piazza del Colosseo, Piazza San Marco – Piazza Venezia , Piazza del popolo, Piazza di Spagna e via del Corso, Stazione Termini – largo di Torre Argentina. Ancora una volta, l’amministrazione capitolina compie uno sforzo straordinario per assicurare livelli adeguati di sicurezza in quella che viene considerata come la notte più lunga dell’anno.

Sopralluogo ai lavori terminati di via del Corso

Pubblicato il 30 dicembre 2011 da Gianni Alemanno.

Stamattina con l’assessore ai Lavori Pubblici Fabrizio Ghera, l’assessore al Centro Storico Dino Gasperini e il presidente della commissione Cultura Federico Mollicone abbiamo sopralluogo su via del Corso dove sono terminati da circa un mese i lavori di rifacimento di marciapiedi e asfalto.
Via del Corso è l’asse centrale e storico della città. Finalmente dopo tanti anni questi chilometri hanno una veste adeguata al prestigio di questa strada. Abbiamo rifatto tutti i marciapiedi, sistemato l’asfalto e la segnaletica ed eliminato le barriere architettoniche. Un lavoro sottolineato anche dalla scia tricolore, il modo migliore per concludere le celebrazioni dei 150 anni dell’unità nazionale. Credo che sia il simbolo del nuovo volto che sta acquisendo Roma.

Gli interventi iniziati ad agosto sono terminati a fine novembre per un costo complessivo di un milione di euro. Sono stati ripavimentati 5mila metri quadri di marciapiede in lastre di basalto e 7mila di strada, tra cui l’asfalto tra via Montecatini e largo Goldoni, abbattute le barriere architettoniche e ripristinata la segnaletica stradale.
Il lavoro è stato fatto durante la notte per creare meno disagio possibile a negozianti e residenti e, oltre ad aver messo finalmente a norma i marciapiedi, abbiamo rimessa a norma anche la rete del gas e ripristinati i livelli della rete fognaria per evitare futuri allagamenti.

LE FOTO

di F. Di Majo

ATAC: non ritireremo le tessere gratuite alle Forze dell’Ordine

Pubblicato il 30 dicembre 2011 da Gianni Alemanno.

Come più volte ribadito dall’assessore Aurigemma, questa Amministrazione non ha mai avuto intenzione di ritirare la tessera gratuita alle forze dell’ordine che sono motivo di sicurezza e legalità per gli utenti del trasporto pubblico e anche per il personale di Atac. Proprio in questo senso, confermo che la gratuità delle tessere per le forze dell’ordine sulle linee Atac sarà confermata anche per l’anno 2012. L’Atac prenderà contatto con i comandi delle singole forze dell’ordine (Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Penitenziaria, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato, Polizia locale di Roma Capitale, Polizia Provinciale) per un’applicazione parsimoniosa e attentamente vigilata di queste agevolazioni. Chiederemo alla Regione Lazio di modificare la legge regionale numero 16/2003 per eliminare  tutte le altre categorie che fino ad ora hanno usufruito delle tessera gratuita, in modo tale da rimodulare queste agevolazioni alla nuova situazione di ristrettezza finanziaria in cui operano le società di trasporto pubblico locale. Rimaniamo sempre in attesa che il tavolo congiunto con la Regione e il Governo giunga a una quantizzazione sostenibile dei flussi finanziari riservati al Tpl di Roma.

Pubblicato in Atac.

TREMAGLIA: esempio d’amore per l’Italia

Pubblicato il 30 dicembre 2011 da Gianni Alemanno.

La morte di Mirko Tremaglia è un grandissimo dolore. Per tutti coloro che hanno vissuto la storia della destra è stato un esempio di amore per l’Italia, di senso istituzionale, ed è colui che ha dato voce e dignità a tutti gli italiani nel mondo. Oggi tutti gli italiani, a prescindere dal colore politico, non possono non piangere la sua scomparsa.