Azione Nazionale e La Destra verso il Polo Sovranista – Seconda conferenza stampa

Pubblicato il 31 gennaio 2017 da duepuntozero.alemanno.

IL 25 MARZO  CORTEO “NO A QUESTA EUROPA” DA PIAZZA S. MARIA MAGGIORE AL CAMPIDOGLIO

IN OCCASIONE DELLA CELEBRAZIONE DEL 70° ANNIVERSARIO DEI TRATTATI DI ROMA, AZIONE NAZIONALE E LA DESTRA VOGLIONO DARE VOCE ALLA PROTESTA POPOLARE CONTRO I VINCOLI DELL’EURO E L’AUSTERITÀ EUROPEA.

Il preavviso del Corteo è stato già depositato il 25 gennaio scorso, presso la Questura di Roma e, almeno fino ad ora, è l’unico presentato da movimenti politici di destra. Esistono altre richieste, ma tutte di organizzazioni antagoniste di sinistra. In questo modo Azione Nazionale e La Destra vogliono garantire all’area politica che crede nella Sovranità popolare e nazionale, il diritto a manifestare in un’occasione così importante.

Quel giorno saranno a Roma tutti i Capi di Stato e di Governo europei, a cominciare da Angela Merkel e dal Presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker: è necessario che si faccia sentire la voce della protesta popolare che crede nei valori nazionali, in contrasto con la retorica celebrativa che inonderà tutti i media in vista delle prossime elezioni politiche nazionali in Olanda, Francia e Germania, speriamo anche in Italia. Inviteremo tutti i leader sovranisti italiani ed europei ad organizzare insieme con noi questa manifestazione con una piattaforma comune e una mobilitazione condivisa.

70 anni fa i Trattati di Roma, pur risentendo dell’impostazione anti-nazionale del Manifesto di Ventotene di Altiero Spinelli, non erano completamente lontani da un’idea di “Europa dei Popoli e delle Nazioni” fondata sulle Sovranità nazionali e democratiche. Ma nel corso di questi decenni l’Unione europea ha abbandonato totalmente questa strada, per tentare di costruire un super-Stato federale basato sul “vincolo esterno” alle democrazie nazionali e sempre più condizionata dall’egemonia della Germania della Merkel. La crisi economica che colpisce tutti i Paesi membri, ad eccezione della Germania che continua ad essere in forte surplus commerciale ai nostri danni, è l’effetto dei vincoli dell’Euro e dell’austerità imposta dalla Commissione europea.

Continuare ad ignorare queste realtà significa condannare i nostri popoli, a cominciare da quello italiano, a sprofondare nella depressione economica e nella disoccupazione, mentre le nostre coste vengono invase da crescenti flussi migratori e i nostri mercati sono invasi da merci prodotte in Paesi dove il costo del lavoro è bassissimo e le regole ambientali sono inesistenti.

Insomma il 25 marzo scenderà in piazza la nuova Europa, opposta a quella ufficiale riunita nei saloni del Campidoglio, che deve emergere dalle votazioni popolari indette per il 2017.

DA OGGI SUL WEB IL SONDAGGIO-CONCORSO PER SCEGLIERE IL NOME E IL SIMBOLO DEL NUOVO MOVIMENTO POLITICO SOVRANISTA CHE NASCERÀ NEL CONGRESSO DI FONDAZIONE DEL 18 E 19 FEBBRAIO A ROMA

Il Corteo del 25 marzo è la prima grande iniziativa del nuovo Movimento che nascerà dal Congresso nazionale di Fondazione indetto da La Destra e da Azione Nazionale a Roma per il 18 e 19 febbraio. In questo Congresso i due movimenti si fonderanno in un’unica, chiamando a raccolta tutte le associazioni e gli esponenti politici che credono al valore della Sovranità nazionale e popolare.

Il 17 febbraio si svolgerà il Congresso nazionale de La Destra, mentre Azione Nazionale ha convocato 12 Assemblee congressuali regionali ed interregionali, per eleggere i circa 1.500 delegati che parteciperanno al Congresso di Fondazione.

Oggi alle 13 si riunirà la Segreteria unitaria del Congresso, nominata pariteticamente dai due movimenti, per eleggere la  Presidenza che guiderà i lavori della Segreteria stessa e successivamente quelli congressuali, per insediare le Commissioni sullo Statuto e sulle Tesi congressuali e per approvare la prima bozza di Documento programmatico “VERSO IL POLO SOVRANISTA” da far discutere dalle Assemblee congressuali regionali e successivamente dal Congresso nazionale.

Sempre oggi partirà sul Web il sondaggio-concorso per scegliere in modo il più possibile condiviso il nome e il simbolo del nuovo Movimento che sarà approvato nel corso del Congresso di Fondazione.

Il primo quesito a cui il pubblico potrà rispondere riguarderà la possibilità o meno di utilizzare il termine “DESTRA” sul simbolo, ovvero se utilizzare i classici schemi della politica o provare a dare un messaggio trasversale rivolto a tutti gli italiani.

Il secondo tema è quello di verificare quanto i termini “Sovranità” e “Sovranismo” sono recepiti e compresi dalla pubblica opinione.

Infine si chiederà alle persone, se ritengono che la simbologia debba richiamarsi a quella storica del Msi e di Alleanza Nazionale.

Parallelamente a questi quesiti, vengono invitati tutti a presentare idee e bozzetti sul simbolo, le migliori proposte saranno messe in votazione, insieme ad altre elaborate dalla Segreteria unitaria, dall’ 11 febbraio prossimo, fino allo svolgimento del Congresso.

 

 

Lascia una risposta