Archivio agosto 2011

MAFIA: Roma ricorda con orgoglio Grassi

Pubblicato il 29 agosto 2011 da Gianni Alemanno.

Oggi la città di Roma, insieme al resto dell’Italia, ricorda con orgoglio Libero Grassi, un grande uomo che venti anni fa ha voluto interrompere il circolo vizioso dell’omertà, anteponendo l’impegno civile alla propria esistenza in nome della vittoria della legalità sulla mafia. Un italiano la cui morte deve essere d’esempio per tutti nel contrasto alla criminalità organizzata e contro la minaccia che essa rappresenta, non solo per lo sviluppo del Sud ma per la democrazia nell’intero Paese. Proprio grazie al contributo prezioso dei cittadini le Istituzioni hanno potuto e potranno respingere qualsiasi forma di condizionamento e di infiltrazione mafiosa all’interno delle nostre città. In onore del sacrificio di questo imprenditore siciliano e del dolore della sua famiglia, cui va il più sentito affetto, è giusto faccia eco lo sdegno contro ogni forma di connivenza con le organizzazioni criminali.

MANOVRA: o cambia, o disabili davanti a Palazzo Chigi

Pubblicato il 29 agosto 2011 da Gianni Alemanno.

Se non verranno elminati i tagli, dovremo portare i disabili e le persone delle mense della Caritas davanti a Palazzo Chigi. Se le cose restano come ora, i tagli saranno devastanti, con 270 milioni in meno per Roma l’anno prossimo; tagli che riguardano servizi essenziali ai cittadini, la mobilità e i servizi sociali.

MANOVRA: battaglia di tutti i Sindaci nell’interesse dei cittadini

Pubblicato il 29 agosto 2011 da Gianni Alemanno.

Mi sembra che la frase “giù le mani dai comuni” scritta sul cappello della manifestazione promossa dall‘Anci, che si svolge quest’oggi presso l’auditorium “Giorgio Gaber” a Milano, sia più che mai opportuna per i piccoli comuni che non possono essere fatti scomparire, sia per quelli grandi che non possono essere messi in ginocchio.  Questa è una battaglia di tutti, totalmente trasversale, sia della destra che della sinistra, dobbiamo far capire che non è un problema politico, polemico, ma un problema istituzionale e nell’interesse dei cittadini.

Il Patto di stabilità deve valere per le spese correnti

Pubblicato il 26 agosto 2011 da Gianni Alemanno.

Il Patto di stabilità rischia di bloccare gli investimenti ed inoltre ci sarebbero grandi difficoltà per portare avanti i 170 cantieri presenti a Roma.
I comuni chiedono che il Patto di stabilità valga per le spese correnti ma non per gli investimenti. Questo è un problema per Roma e per tutta l’ Italia. Ci sono comuni che hanno miliardi di euro che non possono spendere in investimenti proprio per questi motivi. Oggi a Roma ci sono 170 cantieri in movimento, un grande sforzo di trasformazione che non si può interrompere.

Il peso della Manovra non può essere scaricato sui Comuni

Pubblicato il 26 agosto 2011 da Gianni Alemanno.

Il peso della manovra non deve essere scaricato sulla base, sui comuni, tradendo lo spirito del federalismo.
Faremo ogni sforzo possibile per eliminare le spese inutili, ma il governo deve fare altre scelte, altrimenti saremo costretti a restituire le fasce tricolori.
Porteremo avanti questa battaglia, e poi ci confronteremo con i cittadini in trasparenza, per fare le scelte insieme.
Bisogna mantenere i saldi ma se si agisce su pensioni, Iva, dismissione di alcuni immobili si possono trovare fondi per sostenere le famiglie. Non c’è altra politica dei redditi: questa non è giustizia ma economia.
Se facciamo pagare i patrimoni e riduciamo le tasse per fare impresa c’è speranza per il futuro.