BEATIFICAZIONE GIOVANNI PAOLO II: conferenza stampa

Pubblicato il 30 aprile 2011 da staff.

Alcune dichiarazioni del sindaco Alemanno, rilasciate durante la conferenza stampa al bar Canova di Piazza del Popolo:

«La situazione è meno pesante di quello che si era pensato, probabilmente a causa del tempo che ha scoraggiato molte persone. I gazebo in tutti i punti della città lavorano come previsto, con i veterani di Zetema, i volontari e i ragazzi con contratto a progetto, si è formata una bellissima squadra».
«Ho sentito Aurigemma: mi conferma che è tutto ok, il trasporto pubblico è regolare, c’è un leggero intasamento alla stazione Eur-Laurentina perchè alcuni pullman turistici non hanno confermato la prenotazione e stanno facendo il check in sul posto. È stato rinforzato il personale e la situazione si è risolta. Le fermate metro funzionano regolarmente, con concentrazione di persone a Termini e Repubblica. In totale sono 112 i pullman nei parcheggi. Sono attivi sul posto 30 uomini della polizia municipale, più 30 della Polizia di Stato e otto pics. La situazione effettiva si potrà riscontrare solo in serata alla veglia e domani mattina. Infatti il grosso delle persone arriverà in serata e la reale situazione sarà evidente solo domattina».

Poi il Sindaco ha fatto un primo bilancio dei controlli contro gli ambulanti abusivi, moltiplicatisi in occasione della beatificazione di Giovanni Paolo II e ha parlato dell’attività antiabusivismo del gruppo Interforze di Polizia Municipale e Polizia di Stato e del Pronto intervento centro storico dei Vigili urbani: oltre 5000 pezzi di merce contraffatta sono stati sequestrati in 145 interventi e 63 persone fermate.
Nel dettaglio, il gruppo formato da 60 agenti tra Vigili Urbani e Polizia di Stato ha sequestrato 4.150 articoli nel corso di 75 interventi e fermato 59 persone. Gli otto agenti del Pronto intervento centro storico invece, hanno effettuato 70 sequestri, requisito 900 articoli e fermato quattro persone. «La situazione degli ambulanti abusivi – ha detto Alemanno – è meno pesante di ciò che si pensava».

Sulla polemica che riguarda l’apertura o meno dei negozi per il 1 Maggio, il sindaco Alemanno ha detto di non stare nè con il sindaco di Firenze Matteo Renzi, nè con la Cgil perchè «sono arrivato prima di Renzi quindi è lui che sta con me».
Rispondendo a chi gli chiedeva se si sentisse più vicino alle posizioni della Cgil che ha detto “no all’apertura straordinaria degli esercizi commerciali per il 1 Maggio” o con la scelta di Renzi di lasciare facoltativa la decisione, Alemanno ha spiegato che  a Roma una delibera del Campidoglio permette l’apertura facoltativa dei negozi il primo maggio nella zona del centro storico.

Lascia una risposta