Archivio aprile 2011

“Giovanni Paolo II. Un Papa missionario”

Pubblicato il 30 aprile 2011 da staff.

Partecipando alla cerimonia inaugurale della mostra «Giovanni Paolo II. Un Papa missionario» ospitata nel palazzo di Propaganda Fide a piazza di Spagna, il sindaco Alemanno ha detto:
«I viaggi e le missioni sono stati elementi caratterizzanti di Giovanni Paolo II. Ha raggiunto 124 paesi per un’unità dell’indentità. Questo è uno degli aspetti che vogliamo sottolineare, perchè importante e centrale nel suo pontificato. Roma avverte un grande affetto per questo Papa e la città lo sente in mezzo a tutti noi. Questo Beato ci aiuterà a vivere un futuro migliore».
Alla cerimonia erano presenti anche il questore di Roma Francesco Tagliente, il prefetto Giuseppe Pecoraro, l’assessore alla mobilità Antonello Aurigemma e il Cardinale Ivan Dias, prefetto della congregazione per la evangelizzazione dei popoli. La mostra, aperta fino al 6 giugno, si articola attraverso scatti fotografici e video che ripercorrono i viaggi in tutto il mondo fatti da Giovanni Paolo II durante il suo pontificato: dagli storici viaggi in Africa a quelli in Asia, dagli incontri con Madre Teresa a quelli con la folla applaudente di Cittá del Messico.

Click QUI per le foto
Foto F.Di Majo

Giro di ricognizione in Metro

Pubblicato il 30 aprile 2011 da staff.

Un giro di ricognizione sui vagoni della metropolitana per constatare di persona come il servizio di trasporto sta «reggendo» alla prima giornata di inteso «traffico», in vista della cerimonia di beatificazione di papa Giovanni Paolo II. Il sindaco Alemanno, accompagnato dall’assessore alla mobilità Antonello Aurigemma, ha voluto oggi toccare con mano la situazione del tpl romano. Per questo ha fatto un viaggio sulla linea A della metropolitana: ha preso il treno a Manzoni per poi scendere a piazza di Spagna. Nel tragitto ha avuto modo di intrattenersi con alcuni pellegrini già arrivati nella Capitale e con alcuni romani.

Click QUI per le foto
Foto F.Di Majo

BEATIFICAZIONE: 850mila euro per garantire il trasporto

Pubblicato il 30 aprile 2011 da staff.

«Il costo dell’accordo con i sindacati è stato di 850mila euro tra straordinari, variazioni di servizi e potenziamenti».
A dirlo è stato il sindaco Alemanno, che ha spiegato così il costo per garantire il trasporto pubblico nel week end della beatificazione di Giovanni Paolo II. Alemanno, che ha parlato nella sala operativa dell’Atac di via Prenestina insieme all’assessore alla mobilità Antonello Aurigemma e ai nuovi vertici dell’azienda, ha poi ringraziato «i vertici dell’Atac, i lavoratori e i sindacati per la piena disponibilità. C’è stato un doppio salto mortale, un cambio in corsa molto forte, una trattativa serrata per garantire il trasporto pubblico in questo fine settimana».
Un’implementazione che ha portato 3mila persone al lavoro ed é stata rafforzata anche la parte della comunicazione con aggiornamenti ogni 15 minuti per gestire l’evento in tempo reale.
Ad oggi sono arrivati nei 4 parcheggi messi a disposizioni dal comune 500 bus e 1.100 si sono prenotati on line.
3000 in tutto i dipendenti Atac al lavoro: 2.200 autisti, 300 macchinisti metro, 300 operatori sul territorio e 200 tra addetti alle attività tecniche e alle sale operative.
Dopo aver visitato la centrale operativa Atac di via Prenestina, il sindaco Alemanno ha voluto visionare personalmente l’afflusso e il funzionamento della metro salendo alla fermata Manzoni e scendendo a quella di piazza di Spagna.

BEATIFICAZIONE: intervista a Radio Vaticana

Pubblicato il 30 aprile 2011 da staff.

Parlando a Radio Vaticana, interpellato sulla possibilità di un rischio terrorismo per le celebrazioni di beatificazione di papa Giovanni Paolo II domani a piazza San Pietro,  il sindaco Alemanno ha detto:
«I grandi eventi possono attararre pazzi, malintenzionati o scellerati. Ma comunque non abbiamo segnali particolari in questo senso. Non c’è un allarme specifico, ma l’allerta è ovviamente alta e non abbassiamo la guardia».
Il sindaco ha anche elencato i dati attuali sull’afflusso di pellegrini a Roma: il 90 per cento delle strutture ricettive della capitale occupate, per un totale di 250mila persone che alloggiano in alberghi, b&b, pensioni e simili.
Ha sottolineato inoltre che la maggioranza degli arrivi è prevista comunque tra la notte e domani mattina:
«Gran parte arriveranno stanotte o domani mattina direttamente per la veglia al circo Massimo e la beatificazione a piazza San Pietro».
In merito alla concomitanza di domani della beatificazione di Wojtyla a San Pietro e il concerto per la festa del lavoro a piazza San Giovanni, il Sindaco ha detto:
«Dal punto di vista organizzativo, meno eventi ci sono in una stessa giornata, meglio è. Ma in questo caso penso che la concomitanza dei due eventi sia un fatto positivo. Non dimentichiamo la dimensione sociale di papa Giovanni Paolo II: il Papa dei popoli, un pontefice che ha sconfitto il comunismo, ma che ha anche fatto un richiamo sui limiti del mercato. Non credo ci sia nessun contrasto tra la manifestazione laica di piazza San Giovanni con la beatificazione a piazza San Pietro. Non scordiamo infatti la vicinanza che Wojtyla ebbe al sindacato Solidarnosc».
Alemanno ha concluso con un augurio ai pellegrini arrivati e in arrivo nella Capitale per la beatificazione di Giovanni Paolo II:
«Che sia una giornata intensa di raccoglimento. Non un’avventura turistica ma di partecipazione spirituale. Noi faremo in modo che nessuno li distragga. Ai pellegrini dico: ‘Vivete Roma, soprattutto domani, come la grande capitale del cattolicesimo». Quanto al rapporto di Wojtyla con la città Eterna, il sindaco ha sottolineato come «fin dal primo momento, quando si affacciò a piazza San Pietro ricordò che era pontefice in quanto vescovo di Roma. Ha sempre rappresentato un impegno costante e operativo verso la città. Ogni sera, prima di andare a dormire, si affacciava, guardava e benediceva la città. Un rapporto profondo».
Alemanno ha concluso l’intervista con un suo ricordo personale di Wojtyla:
«Dal punto di vista sociale e politico ha insegnato a tutti cosa sia il buongoverno e ha rimesso al centro del dibattito politico la dottrina sociale chiesa. Personalmente ricordo l’immagine di quando venne in parlamento e lo sforzo che fece per salire sullo scranno più alto dell’aula per parlarci. La sua forza di volontà e la sua tenacia sfidavano un corpo debilitato dalla malattia. Ne rimasi impressionato».

BEATIFICAZIONE GIOVANNI PAOLO II: conferenza stampa

Pubblicato il 30 aprile 2011 da staff.

Alcune dichiarazioni del sindaco Alemanno, rilasciate durante la conferenza stampa al bar Canova di Piazza del Popolo:

«La situazione è meno pesante di quello che si era pensato, probabilmente a causa del tempo che ha scoraggiato molte persone. I gazebo in tutti i punti della città lavorano come previsto, con i veterani di Zetema, i volontari e i ragazzi con contratto a progetto, si è formata una bellissima squadra».
«Ho sentito Aurigemma: mi conferma che è tutto ok, il trasporto pubblico è regolare, c’è un leggero intasamento alla stazione Eur-Laurentina perchè alcuni pullman turistici non hanno confermato la prenotazione e stanno facendo il check in sul posto. È stato rinforzato il personale e la situazione si è risolta. Le fermate metro funzionano regolarmente, con concentrazione di persone a Termini e Repubblica. In totale sono 112 i pullman nei parcheggi. Sono attivi sul posto 30 uomini della polizia municipale, più 30 della Polizia di Stato e otto pics. La situazione effettiva si potrà riscontrare solo in serata alla veglia e domani mattina. Infatti il grosso delle persone arriverà in serata e la reale situazione sarà evidente solo domattina».

Poi il Sindaco ha fatto un primo bilancio dei controlli contro gli ambulanti abusivi, moltiplicatisi in occasione della beatificazione di Giovanni Paolo II e ha parlato dell’attività antiabusivismo del gruppo Interforze di Polizia Municipale e Polizia di Stato e del Pronto intervento centro storico dei Vigili urbani: oltre 5000 pezzi di merce contraffatta sono stati sequestrati in 145 interventi e 63 persone fermate.
Nel dettaglio, il gruppo formato da 60 agenti tra Vigili Urbani e Polizia di Stato ha sequestrato 4.150 articoli nel corso di 75 interventi e fermato 59 persone. Gli otto agenti del Pronto intervento centro storico invece, hanno effettuato 70 sequestri, requisito 900 articoli e fermato quattro persone. «La situazione degli ambulanti abusivi – ha detto Alemanno – è meno pesante di ciò che si pensava».

Sulla polemica che riguarda l’apertura o meno dei negozi per il 1 Maggio, il sindaco Alemanno ha detto di non stare nè con il sindaco di Firenze Matteo Renzi, nè con la Cgil perchè «sono arrivato prima di Renzi quindi è lui che sta con me».
Rispondendo a chi gli chiedeva se si sentisse più vicino alle posizioni della Cgil che ha detto “no all’apertura straordinaria degli esercizi commerciali per il 1 Maggio” o con la scelta di Renzi di lasciare facoltativa la decisione, Alemanno ha spiegato che  a Roma una delibera del Campidoglio permette l’apertura facoltativa dei negozi il primo maggio nella zona del centro storico.