Archivio marzo 2011

TOTTI è entrato nella storia del Calcio italiano e della Roma

Pubblicato il 20 marzo 2011 da Gianni Alemanno.

Volevo fare le mie congratulazioni a Francesco Totti per aver superato i 200 gol in serie A, segnati con la stessa maglia. Con questo risultato entra definitivamente nella storia del calcio italiano e nella storia della Roma, per l’incredibile capacità tecnica e per la fedeltà alla stessa squadra. Credo che Totti sia destinato a diventare uno dei più grandi giocatori del calcio italiano di tutti i tempi.

LIBIA: misure per innalzare la sicurezza

Pubblicato il 20 marzo 2011 da staff.

Il sindaco Alemanno ha telefonato questo pomeriggio al Questore di Roma Francesco Tagliente, per conoscere il livello di prevenzione messo in atto dalle strutture di sicurezza pubbliche, in seguito alla crisi internazionale libica:
«Seguendo le direttive nazionali date dal Ministero dell’Interno – ha spiegato il sindaco Alemanno – la Questura di Roma ha messo in atto tutte le misure di prevenzione e di sorveglianza necessarie in questo momento di conflitto nell’area mediterranea. Non esistono specifici motivi di allarme per gli obiettivi sensibili di Roma ma è comunque necessario innalzare il livello di sicurezza della Capitale, sede di Ambasciate e Istituzioni. Roma Capitale rimane in stretto contatto con la Questura e la Prefettura per monitorare l’evolversi della situazione».

ATER: solidarietà a Polverini

Pubblicato il 18 marzo 2011 da Gianni Alemanno.

Esprimo la mia piena solidarietà a Renata Polverini, oggetto di un attacco tanto artificioso quanto lesivo della sua privacy personale e familiare. In un momento in cui il Capo dello Stato ci esorta tutti a cercare di aumentare il nostro cemento nazionale e lo spirito di concordia, è inaccettabile che si continui a spargere fango e veleno per nulla, tentando di delegittimare chi si trova a sostenere il duro compito di reggere le Istituzioni in una congiuntura economica e sociale difficilissima.

UNITA’ D’ITALIA 150 ANNI: il riconoscimento di Napolitano

Pubblicato il 18 marzo 2011 da staff.

Il sindaco Alemanno, che oggi al Teatro Regio di Torino ha assistito al discorso del Capo dello Stato per l’apertura delle celebrazioni nella Capitale sabauda, dichiara la sua commozione per il riconoscimento del presidente Napolitano al ruolo svolto da Roma nell’ambito delle celebrazioni per il 150 dell’Unità d’Italia:
«Roma, come ci ha riconosciuto Napolitano, ha fortemente creduto e continua a credere in queste celebrazioni. E oggi siamo a Torino anche per creare un ponte ideale tra le due capitali della Repubblica, la prima e l’attuale».
«Abbiamo ottenuto – afferma Alemanno – il risultato che ci eravamo posti, ovvero quello di fare di questa ricorrenza una vera festa di popolo. Roma ha dato il meglio di se stessa, grazie anche alla presenza del Presidente della Repubblica».
Nel suo discorso al Teatro Regio, Napolitano ha anche ricordato la restaurazione del Museo del Risorgimento al Gianicolo e la Repubblica romana:
«Ci siamo riappropriati in modo profondo – afferma Alemanno – degli ideali della Repubblica romana, vero antefatto della Repubblica italiana. il Gianicolo diventerà un luogo di memoria per tutti i romani e per le scuole della Capitale».