Archivio marzo 2011

UNICREDIT: importante sostegno a Roma 2010

Pubblicato il 16 marzo 2011 da staff.

Mentre si sposta da una parte all’altra della città, per partecipare ai numerosi eventi della Notte Tricolore, il sindaco Alemanno ci comunica un’importante notizia:
«Il sostegno fattivo di Unicredit alla candidatura di Roma 2020 è una notizia importante e positiva. Occorre fare squadra e unirsi con una comunanza di intenti, perché solo così possiamo vincere la grande sfida di ospitare nella Capitale i Giochi olimpici e paralimpici del 2020».

ITALIA 150 ANNI: l’inno di Mameli

Pubblicato il 16 marzo 2011 da staff.

Tra l’inno di Mameli e il Và Pensiero, il sindaco Alemanno non ha dubbi su quale scegliere: Mameli. E stasera, in piazza del Quirinale,  in occasione di uno dei tanti appuntamenti in programma nelle celebrazioni per il 150/mo anniversario dell’Unità d’Italia, ha spiegato perchè:
«L’inno di Mameli, come ha detto anche il maestro Muti, è più vivace, più diretto. Serve anche a svegliarci durante le partite di calcio o nelle sfide che abbiamo di fronte. Il Nabucco serve invece a ricordarci una vicenda risorgimentale bellissima, ma che poi si è tramutata con l’inno nazionale in una grande vittoria per costruire l’unità nazionale».

CULTURA: RICCARDO MUTI cittadino onorario di Roma Capitale

Pubblicato il 16 marzo 2011 da staff.

La Giunta capitolina, su proposta del sindaco Alemanno, ha approvato la delibera per il conferimento della cittadinanza onoraria al maestro Riccardo Muti. Il provvedimento passa ora all’Assemblea capitolina per l’approvazione definitiva.

«Il maestro Muti non è solo uno dei più importanti direttori e interpreti di musica classica dell’intero pianeta. Non è solo un filologo di eccezionale levatura – afferma il sindaco  Alemanno – le cui letture di pagine storiche di musica di Mozart, Salieri, Cherubini, Verdi, Gluck e infiniti altri, sono un punto di riferimento per chi studia musica e per i semplici amanti. Muti è fra quegli italiani di cui il nostro Paese va fiero, è un maestro per i giovani e il diamante che brilla nel nostro Teatro dell’Opera».

Nel provvedimento sono esplicate le motivazioni del prestigioso riconoscimento – Rpt – . Si legge che «Roma Capitale riconosce al maestro Riccardo Muti di aver costituito, con la sua opera, un eccezionale punto di riferimento per le orchestre e i cantanti lirici di tutto il mondo e di aver portato un contributo molto importante per il rilancio dell’immagine culturale e musicale della Città di Roma». Inoltre, che «il talento eccezionale e la particolarissima sensibilità civile del Maestro sono stati la base anche di numerose manifestazione di pace, trasformando la musica classica in uno strumento di dialogo e promozione sociale».
E, ancora, che «il maestro Muti, fondamentale punto di riferimento per la vita musicale di molte generazioni, ha contribuito con il suo operato a rafforzare il forte legame tra la musica e i giovani, esaltando gli aspetti educativi e di solidarietà che la musica stessa può portare». E infine che «il contributo del maestro Muti, la sua creatività, la sue operosa presenza hanno conferito al Teatro dell’Opera di Roma un ruolo di prestigio internazionale collocandolo fra le Istituzioni più prestigiose in Italia e all’estero». Nel pomeriggio il Sindaco, insieme al Ministro Tremonti, incontrerà al Teatro dell’Opera il maestro Muti e anche con lui verrà affrontato il problema dei tagli alla cultura e al Fus. «Dobbiamo salvare le fondazioni lirico-sinfoniche già col decreto di correzioni del milleproroghe e con la manovra di giugno. –  ha detto Alemanno – Dobbiamo difendere lo spettacolo italiano e i beni culturali perchè ci sono tagli fino al 70% e questo non è ammissibile».

 

 

“TUTTI INSIEME”

Pubblicato il 16 marzo 2011 da staff.

La musica come veicolo della solidarietà, per raccogliere fondi da devolvere alla Fondazione Parco della Mistica e riqualificare casali nell’agro romano da destinare a Case famiglia. Gianni Morandi, Gigi D’Alessio, Luca Barbarossa, Neri Marcorè, Raul Bova e Nicolò Fabi si ritroveranno il 19 marzo all’Auditorium della Conciliazione per l’iniziativa «Tutti insieme», serata-concerto di solidarietà presentata oggi in Campidoglio dal sindaco Gianni Alemanno. I fondi raccolti con l’evento serviranno a realizzare un Campus della legalità e della solidarietà nell’area della Tenuta della Mistica, 27 ettari a ridosso del Grande raccordo anulare, che ospiterà un’area sportiva e una Casa famiglia.
«Quando uomini di spettacolo dedicano attenzione alla solidarietà – ha detto Alemanno – danno un esempio a tutta la cittadinanza. Questa è un’iniziativa di estremo valore che valorizza l’agro romano, un progetto molto importante per la città».
Alla conferenza era presente anche il cantautore Gianni Morandi.

Click QUI per le foto

Foto C.Papi

Alle radici dell’identità nazionale

Pubblicato il 16 marzo 2011 da staff.

Oltre duecento opere tra dipinti, sculture, documenti, libri antichi, fotografie, manufatti, mappe geografiche e video per ricercare le radici della nostra nazione. Le tappe che hanno segnato il percosro culturale e scientifico della civiltà italiana, dalle opere di Dante a quelle di Boccaccio. Dai grandi artisti come Michelangelo e Raffaello fino ai documenti della riforma scolastica. Dalla redazione della prima carta geografica italiana voluta da Quintino Sella fino alle icone della musica italiana, come Giuseppe Verdi.
«Alle radici dell’identità nazionale» è il titolo della mostra allestita al Vittoriano in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia e inaugurata questa mattina dal sindaco Alemanno e dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
«Una mostra ricca di grandi suggestioni – ha detto Alemanno – che dimostra una cosa fondamentale: la civiltà italiana si è insediata in tutti gli aspetti della creatività. Non c’è un solo campo della cultura e della creatività internazionale in cui non ci sia stato un tocco d’italianità».
Circa le condizioni del tempo, non troppo favorevoli alle manifestazioni all’aperto il Sindaco ha aggiunto:
«Nonostante la pioggia, esorto tutti ad esporre la bandiera italiana perchè un Tricolore bagnato è un Tricolore fortunato. Il tempo non è molto favorevole ai festeggiamenti, quindi probabilmente sposteremo alcuni momenti celebrativi al chiuso. Se pioverà in occasione dello spettacolo di Proietti ci sposteremo da piazza del Campidoglio nell’aula Giulio Cesare. In serata comunque è previsto un miglioramento delle condizioni atmosferiche».
Alemanno vuole «puntare a un grande movimento di passione popolare perchè il Tricolore appartiene a tutto il popolo italiano. Ripeto, chiediamo a ogni romano e a ogni italiano di esporre il Tricolore perchè è la nostra identità nazionale e la nostra forza come popolo. Mi aspetto non solo le celebrazioni istituzionali ma anche una grande mobilitazione popolare».

Click QUI per le foto

Foto F.Callini