Archivio marzo 2011

ALEMANNO A PRAGA: viaggio della memoria tra Nazismo e Comunismo

Pubblicato il 31 marzo 2011 da staff.

Prima il ricordo di Jan Palach, che diede la vita per protestare contro il regime comunista, poi quello delle 249 vittime del nazismo. È il percorso dell’ultimo giorno del Viaggio della Memoria che il sindaco Alemanno ha condiviso con 120 studenti della Capitale a Praga.
«Sappiamo che in tutta Europa esistono testimonianze di questo genere, tanti gesti eroici di cui dobbiamo conservare gelosamente la memoria», ha detto.
«I giovani sono sempre stati in prima fila nella lotta per il cambiamento per una società diversa», è il messaggio del sindaco agli studenti dei 20 istituti che hanno partecipato al progetto. Nel punto in cui Jan Palach si diede fuoco in un estremo gesto di protesta, Alemanno ha spiegato quanto questa figura sia stata importante:
«È un esempio drammatico di quello che ha significato la lotta contro il Comunismo. Questo simbolo così puro, ardente e forte deve essere tenuto dentro i cuori».
Nel pomeriggio l’onore alle vittime del regime nazista con la deposizione di una corona sotto la stele che ricorda le vittime della repressione nazista, dopo che sette paracadutisti cecoslovacchi arrivarono dall’Inghilterra in una missione impossibile, contando sulla protezione di alcuni sacerdoti di una chiesa ortodossa.
«Una persona li tradì – ha sottolineato il Sindaco – e in quel momento si concretizzò quella scelta tra il bene e il male che ciascuno si trova a compiere nella sua vita quotidiana».

Per il futuro Alemanno ha annunciato l’aggiunta di un nuovo pezzo di memoria agli itinerari degli studenti romani:
«Tra i drammi del ‘900 va aggiunto quello dell’emigrazione italiana. E allora ricorderemo il sacrificio dei lavoratori di Marcinelle che morirono come topi in una miniera belga. E questo sarà un modo per ricordare agli italiani che quando si confrontano con l’immigrazione, sempre nel rispetto delle leggi, devono comprendere il dramma di chi va all’estero per procurarsi il pane».
Con l’assessore alla Scuola Gianluigi De Palo, Alemanno ha rilanciato, proprio nei giorni in cui arriva la notizia di un nuovo episodio di violenza a Campo dè Fiori, la campagna “Roma capitale dei giovani”, che raccoglie attraverso Facebook idee e proposte:
«V’invito ad essere attivi: abbiamo bisogno di voi per capire come si possa lavorare nel quotidiano insieme, le scuole con la città».

MOVIDA: predisposta dal Sindaco Ordinanza anti alcol

Pubblicato il 30 marzo 2011 da staff.

A seguito del recente grave episodio di violenza accaduto in piazza Campo dei Fiori, il sindaco Alemanno ha predisposto un’ordinanza valida dal 1 aprile al 30 giugno che pone limiti alla vendita e al consumo di bevande alcoliche nei luoghi di ritrovo notturno della città, interessate dal fenomeno della movida. Nello specifico, l’ordinanza prevede il divieto di somministrare o vendere bevande alcoliche per l’asporto o il consumo al di fuori del locale di vendita e/o somministrazione e al di fuori delle relative superfici attrezzate, pubbliche o private, di pertinenza del locale medesimo, dalle ore 23 fino alla chiusura degli esercizi.
Nella stessa ordinanza, è altresì vietato, dalle ore 23 alle ore 6, il consumo di bevande alcoliche nelle strade pubbliche o aperte al pubblico transito, ricadenti negli specifici ambiti territoriali indicati.
Il divieto opera nelle vie e nelle piazze del centro storico indicate nel testo dell’ordinanza che potete, per conoscenza, scaricare QUI in pdf.

UE: grande alleanza tra capitali

Pubblicato il 30 marzo 2011 da staff.

Nel corso della visita ufficiale al Municipio di Praga dove ha incontrato il sindaco della Capitale ceca Bohuslav Svoboda, il sindaco Alemanno ha detto che «tutte le capitali dell’Ue devono stringere un’alleanza per affrontare insieme i problemi comuni e chiedere a Bruxelles uno spazio politico più importante».
Secondo Alemanno è nelle grandi capitali europee che «si vince la sfida dell’innovazione, che si sperimenta una possibilità di sviluppo realmente sostenibile».
Il Sindaco a Praga ha raggiunto oggi la delegazione di 120 studenti romani per il progetto dei Viaggi nella memoria,  e durante l’incontro ha sottolineato che  «è nelle nostre città che si vince la sfida dell’innovazione e si sperimentano le possibilità per realizzare uno sviluppo realmente sostenibile. Sono convinto che questo incontro – ha concluso – ci permetterà di rafforzare l’amicizia tra Roma e Praga, già profondamente legate nel comune destino europeo».
Il sindaco Alemanno, che nella visita è stato accompagnato dall’ambasciatore italiano nella Repubblica ceca Fabio Pigliapoco, ha infine evidenziato, tra gli aspetti che legano le due città, «la sfida di essere due siti Unesco: entrambe le città hanno centri storici significativi, che dobbiamo tutelare ma aprendoci verso il futuro».

Viaggio a Praga

Click QUI per le foto

Foto F.Callini

MOVIDA: torneremo ad ordinanza antialcol

Pubblicato il 30 marzo 2011 da staff.

Commentando quanto accaduto domenica a Campo dè Fiori dove, secondo quanto riportato da alcuni quotidiani, è avvenuta l’aggressione ai danni di un giovane che, probabilmente in preda all’alcol, è stato vittima di una violenta aggressione da parte di alcuni teppisti, il sindaco Alemanno ha detto:
«L’episodio accaduto domenica a Campo dè Fiori ci indica che purtroppo dobbiamo tornare a utilizzare le ordinanze che, in passato, hanno limitato l’utilizzo dell’alcol nelle zone della movida. Adesso studieremo con prefetto e questore tutte le ordinanze da utilizzare per limitare l’abuso di alcol perchè è evidente che un’abuso di alcol molto forte è stato uno dei motori di questa vicenda».
In merito all’episodio, le cui scene sono state riprese e pubblicate su Youtube, Alemanno ha parlato di «bruttissime immagini che non possono essere nè accettate nè tollerate».
Il Sindaco ha poi riferito di aver «parlato con il prefetto e con il comandante dei vigili che stanno facendo degli accertamenti sull’accaduto soprattutto per quanto riguarda l’intervento nella piazza di vigili e polizia, per capire cosa è successo in quei minuti e cosa ha fatto ritardare l’intervento» delle forze dell’ordine.

Roma Capitale: Politiche sull’Hiv/Aids a Roma e nel Lazio

Pubblicato il 30 marzo 2011 da staff.

Il sindaco Alemanno è intervenuto all’incontro pubblico “Politiche sull’Hiv/Aids a Roma e nel Lazio”, organizzato dal Coordinamento Romano Hiv.  Ha presenziato il presidente della Commissione Politiche Sanitarie di Roma Capitale Fernando Aiuti.
Un’assistenza domiciliare ai malati di Aids stabilita in base ai criteri del reddito Isee e non solo solo in base sulla base della gravità della malattia. Dunque verranno assistiti non solo i più gravi ma anche i meno abbienti. Nello specifico, durante il convegno Alemanno ha spiegato che «continueremo a fornire assistenza domiciliare per i malati di hiv e anzi ridefiniremo i criteri basandoli sui parametri del reddito Isee e cioè non assisteremo solo i più gravi ma anche i meno abbienti». Attualmente vengono assistiti a domicilio 413 malati di aids di cui 402 adulti e 11 minori. Più in generale sul tema della sanità il sindaco ha spiegato che «non bisogna ragionare per comparti: Regione e Comune devono lavorare insieme perchè la persona da aiutare venga seguita in termini globali». Nonostante i tagli e «un bilancio difficile» il sindaco Alemanno oggi ha tranquillizzato dicendo che «ci saranno tagli nella spesa corrente ma non in quella sociale e scolastica».

Politiche sull’Hiv/Aids a Roma e nel Lazio

Click QUI per le foto

Foto: C. Valletti