6 commenti a “Lazio 2020: Roma, l’occasione Olimpica

  1. Amici miei
    Le due immagini nella presente foto rappresentano i ‘miei preferiti’; Alemanno-Polverini, la nostra speranza presente e futura.
    Ci credo sinceramente. Sono persone coraggiose, vicine a tutti noi, gente comune. Aiutiamoli in questo difficile cammino, facendo loro sentire la nostra vicinanza e sostegno. Io lo faccio soprattutto per affezione, ma è anche interesse di tutti noi!
    brunosaetta per gli amici bruno

  2. infatti caro bruno, sono talmente vicini a noi cittadini comuni che per nido della mia bambina devo pagare non più 88 euro ma 126: fai le dovute proporzioni!! sto aspettando con “ansia” la ta.ri; voglio vedere le liste di attesa per la sanità…vediamo anche il bit e fresca di oggi il pedaggio sulle autostrade “urbane”…certo sono vicini alle nostre tasche!!
    avevo un diritto..uno solo…di essere assunta dal comune dopo mesi e mesi di sacrifici e studio…PERO’ PER NOI CITTADINI NORMALI…NON CI SONO SOLDI!! PER GIGI D’ALESSIO INVECE SI: 800.000 EURO!!
    a me di destra e sinistra non mi frega più niente!!sia chiaro parlo da CITTADINA CHE HA SOLO DOVERI!!

  3. cara Silvia
    Non sto qui a replicare, anzi scusami , replicare non mi piace e voglio utilizzare il verbo ascoltare e cercare di risponderti, trovando una risposta reale, ovviamente. Una risposta che può essere diversa da individuo adindividuo, da situazione a situazione. Voglio dirti che comprendo benissimo il tuo sfogo e lo rispetto, perchè anch’io sono una persona come te, che fa tanti sacrifici per cercare di quadrare il bilancio familiare. Mi trovo in pensione da 5 anni, una pensione da statale. So che c’è gente che sta peggio di me, altri meglio. Io ho i miei problemi con mio figlio di 40 anni commesso con diploma di perito edile che dopo 11 anni di lavoro in un grande Megastore (tipo Euronics o Unieuro) va all’altro capo della città per guadagnare 1050 Euro mensili. Non so se non si è ancora sposato perchè è un discorso inaccessibile finanziariamente o perchè cerca la fatina bionda quella che tutti sognamo. Io penso che sia per il primo motivo. Non lo so perchè in queste cose è molto riservato e con me, nonostante sia convivente (bamboccione) non ne parla ed io lo rispetto nel suo volere. Però ne soffro, credimi, perchè vorrei restare solo, e sapere che lui ha una sua famiglia.
    Vabbè, ma adesso non posso intrattenerti con questi discorsi da far piangere persone sensibili.
    Ti dico questo perchè ho già in queste cose una certa esperienza. Con chi ce la prendiamo, con Alemanno, con Berlusconi, con chi c’era prima ed ha lasciato tanti debiti e nessuna speranza? Sarebbe una ricerca inutile dell’ipotetico malfattore. Tutti son colpevoli, nessuno lo è.
    Prendiamo il nostro Sindaco, perchè ora è lui che ci interessa, è lui che abbiamo votato ( non so se lo hai fatto tu, ma la maggioranza si); bene questo nostro sindaco non è mio parente, ma lo seguo ugualmente come posso. Ti assicuro che non si ferma un attimo, al punto che vorrei dirgli:’Sei anche tu di carne ed ossa, non sei un automa, non puoi continuare così. Se ti fermi un giorno, Roma non crolla’. Ora, e spero che lui se mi legge mi scuserà del termine anche improprio che utilizzo,questo poveraccio cosa speri che possa fare; i miracoli? da quello che mi risulta, ha trovato un casinò (senza accento sulla o); sai quanti casi come il tuo, quanti ragazzi con un lavoro precario come quello che ha il mio, ci sono a Roma? Sai quanti problemi enormi ha questa città? io cosa farei al posto suo? E tu faresti meglio? Forse mi risponderesti che tu non ti sei candidata Sindaco. E’ vero! Ma pure lui non è mandrake. Io ho sempre sostenuto che le brave persone sono dappertutto, così come i delinquenti. Questo in tutte le professioni. Mi sbaglierò, ma Gianni Alemanno è una persona per bene e di cuore ed anche, da ciò che ho letto, la sua famigliola.Giorni fa ho letto di Pietroni ed altri che sono in cassa integrazione. Credimi, non ho avuto il coraggio di scrivere un mio commento, anche perchè dovrei conoscere meglio la loro storia.Ma li comprendo e ne soffro per loro e se potessi, li aiuterei con tutto il cuore.
    Per questo ti dico che è inutile gridare contro i mulini a vento. E’ vero che il Sindaco è una parte importante, anche decisiva, nelle nostre istituzioni cittadine, ma dobbiamo fargli sentire il nostro appoggio, aiutarlo moralmente, incoraggiarlo, perchè se affonda lui, affondiamo noi.
    Può darsi che dopo tutto questo discorso, si scopra che io mi sbaglio; ed allora scusatemi e con tutto il rispetto dovuto a chiunque, di qualsiasi colore sia, maschio o femmina, ricco o povero, con un elevato o scarso quoziente di intelligenza, allora dico che ognuno rimanga pure della propria idea. Una sola raccomandazione mi permetto di suggerirla: utilizziamo sempre la ragione ed il buon senso.Ciao Silvia, scusami per la filippica; a Luca Pietroni se mi legge mando un forte abbraccio e auguriamoci che domani sia una giornata migliore. Vi prego, non me ne vogliate, anche se non condividete le mie idee.
    un saluto a tutti da brunosaetta per gli amici bruno

  4. onestamente per me il sindaco si può chiamare veltroni alemanno o bruno..non mi importa!! e forse in questo sono più obiettiva di te!!
    il problema è che noi cittadini abbiamo solo l’obbligo di metterci le mani in tasca E NON SI SCAPPA ALTRIMENTI LA GERIT INCOMBE!!!
    quando maturiamo un diritto (scritto nero su bianco su un piano assunzionale) sembra possa diventare carta straccia in un secondo!!
    SCRIVO SU QUESTO BLOG proprio perchè QUESTO sindaco, che è IL MIO SINDACO, si renda conto di come viviamo; non siamo pupazzi, non si gioca con la nostra vita…

  5. cara Silvia
    Infatti penso proprio che la differenza tra il mio ed il tuo modo di pensare sta nel fatto che a te (scusa se ti do del tu anche se non ci si conosce) non importa chi sia il sindaco. Chi c’era prima della gestione Alemanno, che è Sindaco relativamente da poco tempo? Credo, se non erro, sempre giunte di centro o di centro-sinistra. Ora Alemanno dovrebbe caricarsi degli errori che ancora oggi stiamo pagando per gestioni di decenni. Non mi sembra giusto ne obiettivo. Ai problemi che ha ereditato, si aggiunga la crisi mondiale, la stretta che il governo fa pesare giocoforza sugli enti locali, che a loro volta si trovanno con i problemi amplificati. Ora io non so se il sindaco ha promesso delle cose, se le ha promesse in quali termini, se nel frattempo sono intervenuti fatti così gravi da sospendere ciò che stava portando avanti, entro quanto doveva eventualmente fare certe cose. Non so nulla sinceramente di questi vostri incontri e mi auguro credimi che un giorno tu mi possa ancora scrivere dicendomi che le cose si sono sistemate.
    Non credere che non comprenda i tuoi problemi; tanti altri, ma lo dico senza sminuire la gravità della tua situazione, hanno i tuoi stessi problemi.
    Ti comprendo in tutto; ti dico una cosa che può sembrare sciocca: hai mai provato a scrivergli , a mandargli una lettera in modalità cartacea, a chiedergli spiegazioni e chiarimenti in quel modo più discreto? Son sicuro che il Sindaco Alemanno è una persona seria e coscienziosa.
    Per il resto, finisco qui, poichè la discussione diverrebbe sterile e ci arroccheremmo sulle nostre posizioni.
    Ti saluto e ti fatto tanti auguri. bruno

  6. Certo che ho provato a scrivergli in forma privata…ma non speravo in una risposta! spero solo che abbia avuto modo di leggere!
    non sono state fatte promesse qualcosa di più: UNA DELIBERA DI GIUNTA a dicembre..solo 6 mesi fa!! non credo che in quella data non conoscessero i conti dopo 2 anni di governo della città!
    comunque io continuo a confidare nella coerenza e correttezza di questa amministrazione e spero che la tua fiducia sia ben riposta!!
    spero tra qualche mese di ritrovarmi qui a ringraziare sindaco e giunta per aver mantenuto gli impegni presi!!

Lascia una risposta