MEDIO ORIENTE: preoccupazione e angoscia per risposta Hamas su SHALIT

Pubblicato il 28 giugno 2010 da Gianni Alemanno.

La feroce risposta del leader di Hamas alla manifestazione promossa dai genitori di Gilad Shalit ci riempie di preoccupazione e di angoscia. Gilad Shalit, divenuto cittadino onorario di Roma il 1 luglio 2009 e della cui liberazione la nostra Città ha fatto un punto d’onore, rischia di diventare il simbolo della aggressività fondamentalista e il capro espiatorio della spirale di odio che si è innescata nella Regione. La liberazione di Shalit non può essere vista solo come un obiettivo del popolo israeliano ma è, al contrario, il segnale di un passo indietro del fondamentalismo e del ritorno a un dialogo di pace tra palestinesi e israeliani. Non c’è nulla di più negativo per la causa palestinese della strada del fondamentalismo e degli strumenti terroristici, perché la possibilità di esistenza di uno Stato Palestinese totalmente indipendente è strettamente legata alla sconfitta di ogni disegno teso a distruggere lo Stato di Israele. Perciò Roma si batterà fino in fondo per ottenere al più presto la liberazione di Gilad Shalit e la sua foto esposta in Piazza del Campidoglio è il simbolo di questo impegno.

Pubblicato in Note.

Lascia una risposta