Archivio maggio 2010

Monumento a Ivan Vazov

Pubblicato il 21 maggio 2010 da staff.

Il sindaco Alemanno ha partecipato alla cerimonia d’inaugurazione del monumento dedicato allo scrittore bulgaro Ivan Vazov a Piazzale Thorwaldsen in Villa Borghese.  Autore molto celebrato in patria, Vazov é considerato il “patriarca della letteratura bulgara” ed é stato il maggior esponente della poesia di fine ottocento e primo novecento nel suo Paese. Influenzò la produzione artistica nell’ambiente letterario dell’epoca e s’impegnò strenuamente per la causa dell’indipendenza nazionale bulgara.
Alla cerimonia di oggi sono intervenuti: il presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica di Bulgaria Boyko Borissov, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il ministro della Cultura bulgaro Vezhdi Rashidov, il sindaco di Sofia Yordanka Fandakova, l’ambasciatore della Bulgaria in Italia Atanas Mladenov e l’assessore alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma Umberto Croppi.

Click QUI per le foto

OLIMPIADI: il Sindaco di Hiroshima scrive al sindaco Alemanno

Pubblicato il 21 maggio 2010 da staff.

«Caro sindaco Alemanno, desidero esprimerLe oggi le mie più calorose congratulazioni per la selezione di Roma quale Città italiana candidata per le Olimpiadi dell’Estate 2020».
È quanto scrive il sindaco di Hiroshima, Tadatoshi Akiba.
«Nutro il più profondo rispetto per gli sforzi e l’entusiasmo – prosegue la lettera – con cui Lei e l’intera cittadinanza romana intendete portare i Giochi Olimpici a Roma.  Quando il mese scorso ha visitato Hiroshima, abbiamo insieme dichiarato che le nostre Città avrebbero lavorato per l’obiettivo comune di creare un’Olimpiade magnifica per il mondo, dovunque essa si fosse tenuta. Oggi la mia speranza è che noi continuiamo a perseguire questo obiettivo».

Terra Madre: Come non farci mangiare dal cibo

Pubblicato il 20 maggio 2010 da staff.

Il sindaco Gianni Alemanno è intervenuto alla presentazione del libro Terra Madre: Come non farci mangiare dal cibo, del fondatore di Slow Food Carlo Petrini, nell’ambito della Settimana della Biodiversità organizzata da Bioversity International in collaborazione con il Comune di Roma.

Terra Madre: Come non farci mangiare dal cibo

Click QUI per le foto.

D’ANTONA: LA CITTA’ NON DIMENTICA IL SUO SACRIFICIO

Pubblicato il 20 maggio 2010 da Gianni Alemanno.

Massimo D’Antona, insigne studioso e docente di diritto del lavoro, dedicò la sua vita ad analizzare il controverso meccanismo che regola il mondo del lavoro.  Grazie a lui è stata individuata una strada di riforme che ha consentito di innovare il mercato del lavoro senza far esplodere il conflitto sociale, motivo per cui fu barbaramente trucidato dalle BR undici anni fa. Oggi come allora la città non dimentica il suo sacrificio.