Archivio marzo 2010

TURISMO: CRESCITA RECORD OCCUPAZIONE ALBERGHIERA A ROMA

Pubblicato il 27 marzo 2010 da staff.

Roma guida la riscossa dell’industria alberghiera europea. Lo confermano i dati per il mese di febbraio forniti da STR Global, società leader nel benchmarking e nell’analisi del settore alberghiero mondiale. Il report mensile mette in evidenza, dopo i dati negativi registrati nel 2009, un trend positivo per il 2010 per tutto il settore della ricettività europea con tasso di occupazione e tariffe medie in forte aumento.
In particolare spicca il dato di Roma, che fa registrare la maggior crescita, per quanto riguarda il tasso di occupazione (dato ottenuto dividendo le stanze vendute da quelle disponibili moltiplicato 100), con un balzo in avanti di 20,9 punti percentuali, salendo al 54,8% nel mese di febbraio 2010 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.
Una performance che aggiunta a quella registrata dalla stessa STR Global, nello scorso mese di gennaio (+ 9,3% del tasso di occupazione rispetto al 2009), non fa che confermare i segnali di ripresa di un settore fondamentale dell’economia cittadina e il crescente appeal internazionale della Città Eterna.

DROGA: CANDIDATE RISPONDANO APPELLI COMUNITÀ. NO A STUPEFACENTI GRATIS

Pubblicato il 26 marzo 2010 da Gianni Alemanno.

Credo sia giusto che le due candidate rispondano agli appelli che le associazioni e le comunità di recupero dei tossicodipendenti stanno lanciando in queste ore: è giusto che  prima del voto i cittadini sappiano se la città di Roma deve aspettarsi politiche antiproibizioniste e sperimentazioni che potrebbero portare nella nostra vita quotidiana le stanze del buco, la distribuzione sotto controllo sanitario di stupefacenti  o altre iniziative di questo genere.
Sono certo che Renata Polverini non avrà difficoltà a dichiarare la sua contrarietà a questi modelli, ma sono convinto che non sia una mia curiosità personale attendere qualche rassicurazione anche da Emma Bonino. La Capitale non ha davvero bisogno di diventare un punto di approdo per tutti i tossicodipendenti alla ricerca di stupefacenti distribuiti gratuitamente dal nostro sistema sanitario.

RIFIUTI: CON BONINO RISCHIO CAMPANIA

Pubblicato il 26 marzo 2010 da Gianni Alemanno.

Capisco che siamo all’ultimo giorno di campagna elettorale, tuttavia mi sembra grave che la candidata Bonino continui ad alimentare equivoci su una materia così delicata come il piano dei rifiuti.
Con la precedente Amministrazione regionale, attraverso un’analisi condotta dalla Protezione Civile nazionale eravamo arrivati ad un passo dal superamento di ogni contenzioso. Ma la Bonino oggi rimette tutto drammaticamente in discussione.
Il discorso è molto semplice: per chiudere la discarica di Malagrotta serve un nuovo impianto, ma non è pensabile che questo impianto sia una nuova discarica, magari collocata a Monti dell’Ortaccio (cioè a due passi da Malagrotta) come voleva fare in origine la Giunta Marrazzo. Il nuovo impianto deve essere un termovalorizzatore, come avviene in tutte le città europee che rifiutano il conferimento in discarica come pratica incivile che deve essere limitata soltanto ai residui dell’incenerimento. Se la Regione non autorizza la costruzione di questo nuovo termovalorizzatore definendone la tecnologia, è impossibile per il Comune di Roma  e per la Regione stessa individuare il sito dell’impianto, che comunque non potrà essere nell’area di Malagrotta.
Questo è il primo problema che deve risolvere la Regione Lazio all’indomani delle elezioni. E visti gli atteggiamenti mi auguro che una simile scelta non sia nelle mani dell’onorevole Bonino e della sua eterogenea maggioranza, dello stesso tipo di quella che ha provocato il dramma dei rifiuti in Campania.

AMAREZZA PER MOTIVAZIONI CASSAZIONE SU LUCIDI

Pubblicato il 24 marzo 2010 da Gianni Alemanno.

Una grande amarezza per le motivazioni addotte dalla Cassazione nel confermare una pena veramente troppo mite per Stefano Lucidi, colpevole di aver ucciso, il 23 maggio 2008, due ragazzi, Alessio Giuliani e Flaminia Giordani, travolgendoli con la sua auto all’incrocio fra via Nomentana e viale Regina Margherita. Quando uno scellerato si mette al volante in preda all’alcool o a stupefacenti crea le condizioni oggettive per provocare incidenti gravissimi e mette a repentaglio la vita di innocenti passanti. Questo è quello che è successo sulla via Nomentana e questo crimine sta rimanendo in larga parte impunito.