9 commenti a “Sosteniamo Renata Polverini

  1. Lo pubblico sulla mia pagina, ho 5000 contatti, spero che possa potrà esser utile in qualche modo!
    In bocca al lupo

  2. caro Gianni
    L’imponderabile lo lascio ai lettori di romanzi gialli; la realtà, quella che abbraccia sia gli interessi dei lavoratori, che di tutti i cittadini ha solo un nome: Renata Polverini.
    La Bonino ormai appartiene ad un passato da dimenticare, quel passato che ha contribuito a far approvare leggi delle quali attualmente ci stiamo pentendo della loro approvazione.
    Con i loro scioperi della fame e della sete, a cui non ho mai creduto nella loro realtà fino alle estreme conseguenze, sapendo benissimo che ad un certo punto qualcuno sarebbe intervenuto chiedendo loro di riprendere a nutrirsi, sono ormai entrati nella nostra noia quotidiana.
    A me dei loro scioperi importa relativamente; ai loro digiuni preferisco che sia approvata una buona legge. Sono una noia.
    Preferisco una ventata nuova nel mondo della politica e la Polverini mi sembra racchiuda le esigenze di ogni parte sociale. Almeno abbiamo una speranza.
    Con la Bonino una cosa solo è certa: faremmo tutti….la fame.
    cari amici del blog, un saluto a tutti da brunosaetta, per gli amici bruno

  3. Caro Sindaco, nel suo appello lei dice che vuol essere il sindaco di tutti i romani ma che in questo vuol essere di una parte e invita a votare la Polverini, in questo concordo con lei, ma non reputo giusto che lei rivolga un invito a votare anche solo ed esclusivamente per i candidati della lista polverini, vede lei così fa un torto a tutti gli altri elettori dei partiti che appoggiano la candidatura della Polverini stessa, da sindaco di una parte forse avrebbe dovuto dire vi invito a votare la polverini e poi lascio a voi di votare una qualunque delle liste, ma evidentemente e non voglio essere malizioso ma il fatto che per motivi che non voglio star qui a giudicare la Lista della PDL non è presente forse da fastidio che gli altri partiti abbiano un buon risultato e che si preerisce far crescere una lista che crei meno problemi.

  4. Caro Sindaco,
    sono pienamente in sintonia con Bruno quando dice “preferisco una ventata nuova nel mondo della politica e la Polverini mi sembra racchiuda le esigenze di ogni parte sociale, almeno abbiamo una speranza”. Non credo che se vincesse la Bonino faremmo tutti la fame ma personalmente non mi sentirei rappresenntato da chi ha festeggiato la morte di Welby definendola una battaglia per la libertà. Forza Renata e forza Gianni

  5. Caro Alfredo,forse ti è sfuggito il fatto che la lista del PDL non è stata ammessa alle Regionali,è per questo che il Sindaco ha fatto l’invito verso i Candidati della Lista Polverini,e credo che sia normale che gli inviti siano verso gli ex AN,comunque la bonino può continuare a fare salotto con pannella e & Co,che hanno contribuito a mandare le Famiglie in rovina,e come dice l’amico Bruno nessuno ha mai creduto ai suoi scioperi della fame e della sete.Forza Renata e Forza Gianni

  6. cari amici del blog
    mi aggancio a cio che hanno detto coloro che hanno espresso la loro opinione riguardo l’appello di Gianni Alemanno.
    Certo sarebbe bello avere su tutto cio che diciamo un riscontro in tempo reale con il nostro Sindaco, ma questo sogno è utopistico perchè nel momento in cui mi accingo a scrivere, il nostro caro primo cittadino avrà tanti di quegli impegni da far ricrescere i capelli a chi non ce l’ha.
    Vorrei aggiungere un particolare, che credo sia determinante ed a giustificazione della sua chiara presa di posizione a favore della Polverini.
    A prescindere dalla simpatia verso la persona Bonino, dalla rabbia per la mancata presenza sulla scheda elettorale del simbolo del PdL, dalla concretezza politica e capacità di una esponente radicale a guidare la Regione, credo di non sbagliare se dico di essere convinto che il nostro sindaco abbia assunto questa presa di posizione, (indicandoci chi dovremmo votare), per far si che si crei un ottimo connubio tra la città di Roma e la Regione Lazio. Se anche la Regione Lazio fosse governata da un Presidente di centro-destra, ne guadagnerebbe la risoluzione di tanti problemi esistenti ed ancora da risolvere. Si potrebbero meglio concertare gli interventi e facilitare la loro approvazione.
    Si potrebbe guardare al futuro con più ottimismo perchè Comune e Regione opererebbero per il buon esito delle cose.
    Guardate come esempio al Governo Nazionale: se c’è una continua contrapposizione che non ti lascia neanche il tempo di respirare, che ti boccia qualsiasi progetto si abbia in mente, solo per una questione di colorazione o solo per danneggiare l’avversario, non si fa altro che il male del paese. Preferisco onestamente che chi vince, destra o sinistra che sia, operi nel modo migliore senza sovranità limitata.
    Vorrà dire che se nel periodo concesso non ha mantenuto le promesse fatte e le sue erano solo chiacchiere, verrà messo da parte nelle seguenti votazioni dai cittadini che non dormono e valuteranno.
    Meglio che il Lazio abbia la stessa direttiva politica dell’amministrazione del Comune di Roma. Per il bene di tutti noi.
    Questo è il mio genuino pensiero, a prescindere dalle mie simpatie personali. Aiutiamo Alemanno, perchè lui possa meglio soddisfarci.
    Accetto democraticamente critiche da chi non la pensa come me.
    un saluto a tutti da brunosaetta, per gli amici bruno

  7. cari amici del blog
    mi aggancio a cio che hanno detto coloro che hanno espresso la loro opinione riguardo l’appello di Gianni Alemanno.
    Certo sarebbe bello avere su tutto cio che diciamo un riscontro in tempo reale con il nostro Sindaco, ma questo sogno è utopistico perchè nel momento in cui mi accingo a scrivere, il nostro caro primo cittadino avrà tanti di quegli impegni da far ricrescere i capelli a chi non ce l’ha.
    Vorrei aggiungere un particolare, che credo sia determinante ed a giustificazione della sua chiara presa di posizione a favore della Polverini.
    A prescindere dalla simpatia o meno verso la persona Bonino, dalla rabbia per la mancata presenza sulla scheda elettorale del simbolo del PdL, dalla concretezza politica e capacità di una esponente radicale a guidare la Regione, credo di non sbagliare se dico di essere convinto che il nostro sindaco abbia assunto questa presa di posizione, (indicandoci chi dovremmo votare), per far si che si crei un ottimo connubio tra la città di Roma e la Regione Lazio. Se anche la Regione Lazio fosse governata da un Presidente di centro-destra, ne guadagnerebbe la risoluzione di tanti problemi esistenti ed ancora da risolvere. Si potrebbero meglio concertare gli interventi e facilitare la loro approvazione.
    Si potrebbe guardare al futuro con più ottimismo perchè Comune e Regione opererebbero per il buon esito delle cose.
    Guardate come esempio al Governo Nazionale: se c’è una continua contrapposizione che non ti lascia neanche il tempo di respirare, che ti boccia qualsiasi progetto si abbia in mente, solo per una questione di colorazione o solo per danneggiare l’avversario, non si fa altro che il male del paese. Preferisco onestamente che chi vince, destra o sinistra che sia, operi nel modo migliore senza sovranità limitata.
    Vorrà dire che se nel periodo concesso non ha mantenuto le promesse fatte e le sue erano solo chiacchiere, verrà messo da parte nelle seguenti votazioni dai cittadini che non dormono e valuteranno.
    Meglio che il Lazio abbia la stessa direttiva politica dell’amministrazione del Comune di Roma. Per il bene di tutti noi.
    Questo è il mio genuino pensiero, a prescindere dalle mie simpatie personali. Aiutiamo Alemanno, perchè lui possa meglio soddisfarci.
    Accetto democraticamente critiche da chi non la pensa come me.
    un saluto a tutti da brunosaetta, per gli amici bruno

  8. Grande Gianni!!!! Abbiamo VINTO! Con te a Roma solo e sempre VITTORIE! E adesso ti vogliamo Presidente….

  9. Caro Gianni,sicuramente con la vittoria di Renata Polverini,gestirete al meglio le situazioni e i problemi che la Città di Roma ha,e sicuramente alla regione ne troveranno di problemi che la vecchia gestione ha lasciato,per primi la Sanità,la Disoccupazione CHE LA POLITICA DI SINISTRA HA PROVOCATO,ma adesso pensiamo a goderci questi giorni di Festa sia della VITTORIA,che della S.Pasqua,Auguro una Serena Pasqua a Te alla tua Famiglia e a tutto il tuo Staff.
    ed un Augurio di Buona Pasqua a Tutti coloro che intervengono in questo Blog.

Lascia una risposta