CORDOGLIO PER ENZO FRAGALÀ

Pubblicato il 26 febbraio 2010 da Gianni Alemanno.

Sono veramente costernato per la morte di Enzo Fragalà, vittima di inaudita violenza. Spero che i vigliacchi responsabili di questa barbara aggressione siano quanto prima identificati e assicurati alla giustizia. Il mio pensiero va ora ai familiari, in particolare alla moglie e ai figli, chiamati purtroppo ad una durissima prova. Di Enzo desidero ricordare soprattutto il suo impegno in politica, interpretata sin da giovane con grande passione e generosità. Indimenticabili le sue battaglie combattute con straordinaria determinazione in Parlamento, soprattutto nelle Commissioni d’inchiesta per la ricerca della verità sugli anni bui del terrorismo e delle stragi. La sua è stata una grande lezione di impegno civile che non andrà certamente dispersa.

4 commenti a “CORDOGLIO PER ENZO FRAGALÀ

  1. Tutta Palermo, tutta l’Italia si stringe attorno alla famiglia Fragala’ e ricorda con grande affetto l’amico Enzo.

  2. caro Gianni
    Chiediamo giustizia perchè gli autori di simile delitto siano puniti come meritano. Tali comportamenti non sono degni di esseri umani; ancora non ho capito dove sono e chi sono le bestie, se quelle che stanno in un recinto o quelle fuori. Dipende dai punti di vista.
    A volte ci si lamenta perchè si vede attentata la propria privacy; si dice ci siano troppe telecamere, le forze dell’ordine picchiano troppo duro, le pene comminate sono ridotte, non c’è la certezza della pena e così via.
    Quando però accadono fatti del genere, a volte accade che le stesse persone che prima si lamentavano per la durezza di certe condanne, scavalchino lo steccato e chiedano qanche la pena di morte. Cioè, se si è colpiti in prima persona, i ragionamenti si ribaltano a 180 gradi.
    Io non sono per la pena di morte, perchè secondo il mio pensare essa non può avere residenza in un paese civile, ma non sopporto neanche quando leggo di condanne irrisorie, di giudici a mio giudizio troppo benevoli, di sconti di pena che non dovrebbero aver senso una volta che è stata emessa una sentenza definitiva.
    Spero quindi che gli autori di tale efferato delitto siano catturati ed a loro sia inflitta una condanna esemplare, non MODIFICABILE nel futuro.
    E spero anche che il Parlamento, preferibilmente a ranghi compatti, approvi leggi più severe e metta in atto tutti quegli accorgimenti utili per una efficace azione preventiva,
    leggi che permettano alla scuola ed alle famiglie di essere più vicine ai loro figli ed ai loro discepoli.
    Dall’acqua marcia non possono nascere fiorellini, ma solo erbacce.
    caro Gianni, mi unisco al tuo cordoglio ed a quello degli amici di questo blog; e ricordiamoci che i cittadini non possono rimanere solo spettatori di un film, ma ne sono anche loro interpreti principali, affinchè non diventi un film dell’orrore.
    saluti a tutti da brunosaetta, per gli amici bruno

Lascia una risposta