Archivio novembre 2009

REMEMBRANCE DAY, ALEMANNO: OMAGGIO DOVEROSO AI TANTI CHE SACRIFICARONO LA VITA PER LA LIBERTA’

Pubblicato il 11 novembre 2009 da staff.

Il Sindaco Gianni Alemanno ha rivolto ai rappresentanti delle nazioni del Commonwealth, riuniti stamattina alle ore 11 presso il Cimitero di guerra di Roma a via Zabaglia, a Testaccio, per la cerimonia di commemorazione dei caduti, il seguente messaggio:

“Desidero, a nome mio e di tutta la città, esprimere il più vivo sentimento di vicinanza e rendere omaggio alla memoria ai caduti di tutte le guerre che oggi, novantunesimo anniversario della fine della Iª Guerra Mondiale, si celebra in tanti paesi nel mondo. I due minuti di silenzio che, all’undicesima ora dell’undicesimo giorno dell’undicesimo mese, momento della firma dell’Armistizio e quindi della fine delle ostilità della Grande guerra, uniscono nella celebrazione solenne del Remembrance Day, milioni di cittadini nei diversi continenti, sono un significativo e doveroso gesto per ricordare chi, per la libertà di tutti noi, non è tornato più a casa. Questo silenzioso tributo è un imprescindibile esercizio di memoria verso tutti coloro che, nei grandi conflitti come nelle attuali missioni di pace all’estero, hanno e continuano a sacrificare la propria vita nel nome dei valori della libertà, della democrazia e della pace”.

Oggi ricorre il Remembrance Day,  giorno in cui nei paesi del Commonwealth e in diversi stati europei si commemora il sacrificio dei militari che persero la vita durante le due guerre mondiali e nelle altre guerre, commemorazione osservata tradizionalmente l’11 novembre, giorno in cui, nel 1918, finì la Iª Guerra Mondiale.

Vent’anni senza

Pubblicato il 10 novembre 2009 da staff.

Nell’ambito della manifestazione “VENTI DI LIBERTA’ 1989-2009 Roma celebra la caduta del Muro di Berlino” promossa dal Comune di Roma, il Sindaco é intervenuto al convegno di studi “Vent’anni senza. Il crollo del Muro di Berlino nella storia politica italiana”. Sonno intervenuti, fra gli altri, l’ambasciatore tedesco Michael Steiner, il direttore di Limes Lucio Caracciolo, il vicepresidente della Camera Rocco Buttiglione, il capogruppo del Popolo della Libertà alla Camera dei Deputati Fabrizio Cicchitto, il presidente Fondazione Italianieuropei Massimo D’Alema.

Vent’anni senza

Click QUI per le foto.

Parco Schuster, danneggiate opere dedicate ai nostri caduti

Pubblicato il 10 novembre 2009 da staff.

Questa mattina all’interno del Parco Schuster, nei pressi della Basilica di San Paolo fuori le mura, nell’area dedicata ai nostri caduti nelle missioni di pace in Iraq e Afghanistan, alcuni vandali hanno gettato della vernice rossa ad alta resistenza su due lapidi (una alle vittime in Iraq e l’altra a quelle in Afghanistan, quest’ultima inaugurata il 17 ottobre 2009), su due delle 19 steli del monumento ai caduti di Nassirya e sul marmo antistante l’opera stessa. E’ stato inoltre trovato un volantino con la scritta “Da Nassirya a Mattarello, guerra alle guerre dei padroni”. La Sovraintendenza ai Beni culturali del Comune di Roma, insieme con l’Ufficio decoro urbano, ha immediatamente iniziato i lavori di ripulitura di tutte le opere danneggiate. In particolare, per quanto riguarda il monumento ai caduti di Nassirya, trattandosi di un’opera d’arte, la Sovraintendenza ha già contattato l’autore, lo scultore Giuseppe Spagnulo per individuare gli strumenti più adatti al recupero del monumento. Sul posto è intervenuta anche la polizia scientifica che ha effettuato tutti i rilevamenti del caso. La Sovrintendenza conta di restituire alla cittadinanza, entro oggi, il Parco Schuster interamente ripulito.

PARCO SCHUSTER, DANNEGGIATE OPERE DEDICATE AI NOSTRI CADUTI
Click QUI per le foto.