CENTO PRESEPI

Pubblicato il 27 novembre 2009 da staff.

Questa mattina nella Basilica di Santa Maria del Popolo il Sindaco è intervenuto alla cerimonia di inaugurazione della 34ª esposizione internazionale “Cento presepi”. Hanno partecipato l’assessore alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù Laura Marsilio e la consorte di Alemanno Isabella Rauti.

Clik qui per vedere le foto

2 commenti a “CENTO PRESEPI

  1. caro Gianni
    Ho sempre considerato il presepe come un qualcosa di magico, che fa sognare la mente e ti ti rende più buono dentro. Ed al giorno d’oggi ce n’è bisogno!
    In quelle statuine (i pastori, le pecore, gli animali da cortile, le luci , l’acqua che scorre (per chi è più portato verso tali composizioni) che ciascuno di noi cerca di porre ne modo più consono, ci sentiamo tutti come bambini, e guardando le statuine del bue, l’asinello vicino la mangiatoia, la vergine Maria e Giuseppe assorti davanti al bambinello il tutto dentro una capanna semplice e fatta di paglia, dimentichiamo tutto ciò che di malvagio ci circonda ed anche quel che di negativo c’è in noi, svanisce come per incanto: è un sogno, un mondo da favola, quel mondo che ci possiamo godere una sola volta all’anno.
    Difendiamo con convinzione, con tutta l’energia che può darci la nostra persona, queste tradizioni, in cui troviamo conforto e chiediamo a coloro che non sentono le medesime sensazioni di rispettare chi non la pensa come loro. Non vorrei che qualche persona si sentisse offesa nel proprio io e chiedesse ed ottenesse da qualche tribunale nazionale o europeo il divieto di comporre la rappresentazione di un evento che è all’origine della nostra civiltà e tradizione nazionale e popolare.
    Lo hanno già fatto con il crocefisso, non ci dobbiamo più meravigliare di nulla. Vigiliamo gente e difendiamo le nostre radici, valori e tradizioni.
    con amicizia bruno saetta, per gli amici bruno

  2. grazie Gianni per il tuo articolo su ‘notizie in primo piano’ che hai scritto quest’oggi. Sembrava una risposta indiretta al commento sul presepe da me scritto ieri sera alle ore 20,21 (e forse lo era proprio), ma questo non lo posso sapere. Però mi ha fatto tanto piacere sapere che avevi le mie stesse idee e le hai esposte.
    Ecco perchè dico sempre che sei un bravo ragazzo; anche se io sono calimero e tu sei il Sindaco, hai un animo gentile come quello che vorrei avessero tutti i miei amici, di qualsiasi idea fossero.
    Peccato solo per una cosa: che non riesca più a vederti e contattarti, a prescindere da quella lettera di ringraziamento di pochi giorni fa, mentre invece vorrei sinceramente abbracciarti come si può abbracciare un amico.
    Anche se ci sono tante cose che a Roma non funzionano e sono da sistemare, so che non dipende da te e che fai il massimo che si può fare.
    Un caro saluto, sindaco Alemanno.
    Un post scriptum per gli amici blogghisti:
    lasciatemi passare queste mie genuine frasi di affetto per il mio amico Gianni. E’ un affetto basato su una sincera amicizia, dove non esistono interessi, ne cose da chiedere ne da avere. Vi posso assicurare, per ciò che mi consta, che Alemanno è tra le persone più oneste e sincere che abbia conosciuto, a prescindere dalla sua carica istituzionale e che forse neanche gradisce troppo queste mie ‘effusioni’; ma io purtroppo son fatto così: quel che sento dico.
    saluti da brunosaetta, per gli amici bruno

Lascia una risposta