Pubblicato il 22 maggio 2015 da admin.

Questa mattina ho presentato in Assemblea Capitolina una Proposta di Delibera di iniziativa consiliare intitolata “Istituzione di un Albo obbligatorio delle Associazioni o Organizzazioni religiose che non hanno sottoscritto Intese con lo Stato Italiano, che svolgono attività di culto nel territorio di Roma Capitale”.
La proposta di regolamentazione dei luoghi di culto, pur essendo estesa a tutte le organizzazioni religiose, prende spunto dalla situazione dei luoghi di culto islamici, in base ad una mappatura raccolta dal movimento Prima l’Italia che, a fronte di circa 100 sedi religiose islamiche stimate da ricostruzioni giornalistiche, ha rilevato nella Capitale solo la presenza di 46 luoghi in cui l’attività religiosa è in qualche modo manifesta.

Luoghi di culto islamici a Roma - jpeg
Lo studio condotto da Gloria Pasquali e Giorgio Ciardi, del direttivo romano di Prima l’Italia, dimostra come la maggior parte dei luoghi di culto islamici sia localizzata in siti irregolari, la cui attività sfugge a qualsiasi controllo delle autorità preposte.

Pubblicato il 20 maggio 2015 da Gianni Alemanno.
Venerdì 22 Maggio alle ore 15 presso la sala stampa dei Gruppi Consiliari in Via delle Vergini, 18 (III Piano) insieme a GIORGIO CIARDI E GLORIA PASQUALI del direttivo romano di Prima l’Italia, presenteremo in conferenza stampa una mappatura dei luoghi di culto islamici e una proposta di regolamentazione delle sedi delle organizzazioni religiose presenti a Roma che non hanno sottoscritto accordi con lo Stato italiano.
Pubblicato il 18 maggio 2015 da Gianni Alemanno.

La mancanza di risorse aggiuntive per il Giubileo a Roma è una notizia agghiacciante. Non avere sostegno dallo Stato per fronteggiare gli storici e crescenti problemi di manutenzione stradale, decoro e arredo urbano, significa condannare la nostra città ad una pessima figura internazionale.
L’allentamento del Patto di Stabilità su questi temi non serve quasi a nulla, perchè la manutenzione è in gran parte spesa corrente che non interferisce col Patto di Stabilità.
Tutto questo avviene proprio nel momento in cui la nostra città si accinge a lanciare la candidatura alle Olimpiadi Roma 2024 e testimonia purtroppo un crescente isolamento politico della giunta Marino e nel complesso delle istituzioni capitoline. Chiedo ancora una volta al Sindaco e al Presidente dell’Assemblea Capitolina di convocare un consiglio straordinario sul Giubileo per cercare di unire tutte le forze politiche cittadine per spezzare questo isolamento e per portare alla nostra città tutte le risorse necessarie ad affrontare eventi che non sono solo cittadini ma nazionali e internazionali.

Pubblicato il 15 maggio 2015 da admin.

COPERTINA

Ho scoperto solo ora che nel libro di Stefania Maurizi che raccoglie i Dossier Wikileaks sull’Italia c’è il capitolo “Complotto Ogm” che mi riguarda in prima persona. In dieci pagine viene ricostruito il tentativo fallito delle autorità USA di condizionare la mia attività come Ministro dell’Agricoltura per impedire l’utilizzo degli OGM in campo agricolo. Vietando questa pratica che avrebbe abbassato il valore qualitativo delle nostre produzioni agroalimentari, ho colpito duramente gli interessi di multinazionali americane, provocando pesanti reazioni politiche italiane ed internazionali. Ho dimostrato, non con le parole ma con i fatti, che per difendere l’interesse nazionale non siamo disposti a piegarci ai condizionamenti economici e politici di nessuno.

LEGGI IL CAPITOLO DI DOSSIER WIKILEAKS SEGRETI ITALIANI

Pubblicato il 14 maggio 2015 da Gianni Alemanno.

La truffa effettuata dal consorzio Castore e Polluce messa in evidenzia dalla trasmissione “Le Iene” e riportata su tutti i giornali era già stata denunciata alla Procura di Roma dalla nostra Amministrazione nel marzo 2011, in seguito a delle riunioni che svolgemmo in Campidoglio non con i responsabili della Cooperativa ma proprio con le famiglie truffate.

Nella denuncia si metteva in evidenza non solo l’attività illecita di questa cooperativa ma anche il fatto che questa non aveva nessun collegamento con le delibere di housing sociale relative agli ambiti di riserva fatte dalla nostra Amministrazione. E infatti i responsabili di questa cooperativa non avevano ottenuto in assegnazione nessuna area da parte nostra anche perché la delibera sugli ambiti di riserva non è mai stata approvata dalla Giunta e dall’Assemblea Capitolina come variante urbanistica.

Per questo è assurdo e diffamatorio porre in relazione la truffa della Castore e Polluce con l’attività della nostra Amministrazione e semmai bisognerebbe domandarsi perché la Procura nel 2011 non abbia concluso l’istruttoria su una denuncia così dettagliata. Allo stesso modo bisognerebbe chiedersi perché il sindaco Marino, invece di scaricare tutto sulla precedente amministrazione senza conoscere i fatti non abbia tirato fuori tutto il fascicolo di quella denuncia da noi fatta per segnalare le truffe commesse da quella cooperativa.

Pubblicato il 12 maggio 2015 da admin.

ALLE AMMINISTRATIVE 2015

DOMENICA 31 MAGGIO

SCEGLI

fratelli_d_italia

 

CLICCA SULLA TUA REGIONE PER VEDERE COME E DOVE SI VOTA DOMENICA 31 MAGGIO

REGIONE VENETO

REGIONE PUGLIA

REGIONE CAMPANIA

REGIONE TOSCANA

REGIONE UMBRIA

REGIONE MARCHE

REGIONE LIGURIA

Per ulteriori informazioni inviare una mail a: segreteria.primalitalia@gmail.com

Pubblicato il 11 maggio 2015 da Gianni Alemanno.

Roma, 11 (AdnKronos) – Una “notizia infondata” che ha sollevato una polemica altrettanto infondata. E’ il senso della secca smentita della Fondazione An che in una nota afferma: “La notizia de ‘Il Giornale’ relativa alla domanda di iscrizione di Fini alla Fondazione Alleanza Nazionale è priva di ogni fondamento. Fini non ha infatti mai avanzato richiesta di iscrizione alla Fondazione e conseguentemente risulta del tutto non rispondente al vero che vi sia mai stata una qualsiasi discussione su una domanda mai avanzata”. “Il Giornale deve essere stato tratto in inganno -si precisa ancora nella nota- da una voluta falsa informazione, non si sa bene da chi e a quale scopo. Forse dispiace a qualcuno che la Fondazione abbia accelerato il passo delle sue iniziative con la nomina di Marcello Veneziani a Presidente del Comitato Scientifico e Culturale, con l’indizione dell’Anno della Identita’ Nazionale”, che si aprirà sul Piave il 24 maggio, e con la predisposizione di un ‘corso di Formazione politica’ e di diverse altre iniziative”. (red/AdnKronos) 11-MAG-15 12:53 NNNN

Pubblicato il 22 aprile 2015 da duepuntozero.alemanno.

Renzi insulta l’opposizione di destra accusandola di fare demagogia sulle stragi dei migranti ma oggi le uniche soluzioni proposte dal governo sono le stesse che noi chiediamo da almeno due anni: bloccare i barconi prima della partenza, intervenire in Libia per aiutarli sulla loro terra. Chi è il demagogo? Chi gioca sulla pelle dei migranti e sull’Italia invasa dall’immigrazione incontrollata?

IMG_5104

Pubblicato il 17 aprile 2015 da Gianni Alemanno.

Appena 9 mesi fa il presidente del consiglio, Matteo Renzi, salutava come “un’operazione fantastica” la vendita di Indesit a Whirlpool.

articolo renzi

Oggi, i risultati di quella scellerata operazione avallata dal governo, sono 1.350 esuberi e la chiusura dello stabilimento del sud.
Questo dimostra che la nostra battaglia per difendere il Made in Italy e la proprietà italiana delle imprese non è un vecchio nazionalismo ma una necessità per difendere il lavoro italiano.

Pubblicato il 16 aprile 2015 da Gianni Alemanno.

Purtroppo devo constatare anche nel caso di Piazza Augusto Imperatore che il sindaco Marino, ancora una volta, a due anni dal suo insediamento non sa di cosa parla. image

Durante il nostro mandato non abbiamo potuto realizzare il progetto di Piazza Augusto Imperatore non per mancanza di volontà ma perchè i limiti del Patto di Stabilità c’hanno impedito di far partire questo progetto. Abbiamo dovuto scegliere fra utilizzare i modesti spazi del Patto per intervenire sulle scuole e sugli asili nido o fare interventi a Piazza Augusto Imperatore e all’Ara Pacis che erano stati da noi progettati.

Non solo, #MarinoScaricaBarile dovrebbe sapere che presentare un progetto non significa realizzare un’opera e anche lui dovrà misurarsi nei prossimi mesi con i limiti del Patto di Stabilità che ad oggi non promettono niente di buono visto che è stato perfino definanziato il museo della Shoah.

Notizie recenti
Pubblicato il 15 aprile 2015 da duepuntozero.alemanno.

Signor Presidente, Signori Commissari,

come ho già dichiarato, per me è un dovere e un onore riferire in questa importante Commissione

Pubblicato il 11 aprile 2015 da Gianni Alemanno.

Per me è un dovere e un onore partecipare alla libera audizione della commissione parlamentare antimafia. Cercherò di portare la mia testimonianza in uno spirito di verità e di servizio per la città di Roma e per l’Istituzione capitolina evitando di interferire con l’inchiesta in corso.

Pubblicato il 02 aprile 2015 da duepuntozero.alemanno.

Roma, 28 marzo 2015 – Documento di indirizzo proposto da ForumDestra

 

UNO SGUARDO ALL’INDIETRO

Se volgiamo lo sguardo all’indietro e osserviamo il lungo travaglio della Destra italiana nella storia repubblicana, siamo colpiti dallo svolgersi una vicenda profonda, bella e complessa. Ma rimaniamo letteralmente senza fiato se confrontiamo questa storia così importante con un epilogo incredibilmente insignificante e privo di dignità.

Pubblicato il 07 aprile 2015 da duepuntozero.alemanno.

Prima l’Italia organizza a Roma un primo Corso base di formazione politica, aperto ad un massimo di dieci partecipanti