Pubblicato il 30 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.

Il risultato finale dei lavori del Convegno nazionale del Movimento “Prima l’Italia” che si è svolto ad Orvieto dal 24 al 26 ottobre 2014.

Il “Manifesto della rivoluzione italiana contro la crisi e il declino” è fatto di proposte concrete per dare una nuova speranza al popolo italiano e una bandiera a tutti coloro che non si ritrovano nella propaganda di Matteo Renzi.

La stampa ha definito questo documento il “manifesto del lepenismo italiano” e in effetti tutto l’impianto è ispirato ad una sfida della gente comune, del Popolo, contro i salotti buoni del “politicamente corretto”. Del “basso” contro l’ “alto”, come dice Marine Le Pen, perché solo liberandoci dall’ipocrisia sociale della cultura dominante, possiamo uscire dalla crisi politica e morale in cui versa la nostra Italia.

Vi prego di dare massima diffusione a questo lavoro e di farmi arrivare tutti i suggerimenti e le critiche che riuscirete a raccogliere.

E’ tempo di lanciare parole chiare e forti per far emergere il nostro “Partito della Nazione” che certo non può essere quello di Matteo Renzi, perché appartiene alla tradizione politica della destra italiana, rappresentata da Fratelli d’Italia – Alleanza nazionale, e alla battaglia di un centrodestra che sarà sempre e comunque alternativo alla sinistra.

Per scaricare il manifesto clicca qui.

Pubblicato il 28 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.
Pubblicato il 26 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.

1. Difendiamo tutte le libertà religiose, MA la religione cattolica è fondamentale per la nostra identità nazionale e deve avere centralità nelle nostre istituzioni.

2. Crediamo nella solidarietà verso tutti gli esseri umani, MA i cittadini italiani vengono prima degli altri.

3. Rispettiamo tutti gli orientamenti sessuali, MA solo il matrimonio tra un uomo e una donna può creare una famiglia e allevare dei figli.

4. Crediamo nella libertà del mercato, MA difendere la dignità della persona e l’interesse nazionale è essenziale per creare lavoro, imprese e sviluppo.

5. Accettiamo le appartenenze sovranazionali, MA la sovranità è dello Stato italiano.

Pubblicato il 26 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.

orvietoAl termine della nostra “Leopolda” di Orvieto abbiamo lanciato quello che potremmo definire il manifesto del lepenismo per la destra italiana. Nei 25 punti del nostro “Manifesto della rivoluzione italiana contro la crisi e il declino” c’è una sfida profonda al politicamente corretto che sta soffocando la politica e la società italiana. Il Front National è stato a lungo demonizzato in tutta Europa, anche dopo l’avvento di Marine Le Pen, e solo dopo il clamoroso risultato delle ultime elezioni europee ci si è accorti che si trattava di un movimento in crescita dirompente, in grado di aggregare a destra come a sinistra. Oggi Marine Le Pen prepara un’altra svolta, per certi versi simile a quella che si realizzò a Fiuggi con la nascita di Alleanza Nazionale, anche perchè può realmente diventare la prima donna Presidente della Repubblica francese. Del lepenismo riprendiamo i temi della difesa dell’interesse nazionale contro l’immigrazione di massa e contro i vincoli dell’euro e del commercio globale. Nel nostro Manifesto questi temi sono legati a quelli più tipicamente italiani. Vogliamo la rinascita di un forte Stato-nazione contro l’eccesso di federalismo e di potere burocratico ed economico delle lobbies e dei poteri forti, che consenta di tagliare gli sprechi della spesa pubblica e di utilizzare il patrimonio demaniale per ridurre il debito pubblico. Vogliamo liberare la piccola e media impresa da ogni oppressione giudiziaria, fiscale e burocratica, riducendo le tasse, combattendo il potere delle banche e chiudendo Equitalia. Infine, crediamo nella famiglia e nella sussidiarietà per vincere la sfida demografica e rigenerare la solidarietà sociale dell’Italia. Utilizzeremo questo Manifesto come base per ricostruire il tavolo programmatico del centrodestra e per rilanciare l’opposizione al governo Renzi. Solo una destra fortemente radicata nei valori dell’identità e dell’interesse nazionale può creare un’alternativa di governo in grado di portare l’Italia fuori dalla crisi.

LUNEDÌ 27 OTTOBRE IL DOCUMENTO SARÀ DISPONIBILE ONLINE

Notizie recenti
Pubblicato il 24 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.

DIRETTA STREAMING DA SABATO 25 OTTOBRE

Pubblicato il 20 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.
Pubblicato il 20 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.

Siamo venuti a Reggio Calabria per dire al Governo che non ci si può continuare a nascondere dietro i problemi sociali che esistono nel nostro Paese.

Pubblicato il 18 ottobre 2014 da duepuntozero.alemanno.

I sindaci sono ufficiali di governo che devono far rispettare le leggi dello Stato da tutti i loro cittadini.